Auto del futuro 2020, metà treno e metà aereo. E' Link & Fly

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Auto del futuro 2020, metà treno e metà

Un nuovo mezzo promette di rivoluzionare il comparto dei trasporti civili.

Con ali e motori avrà un’apertura alare di circa 49 metri, con 34 metri di lunghezza e 8 di altezza. Il nuovo mezzo di trasporto per metà treno e per metà aereo promette di rivoluzionare il settore

Dalle indiscrezioni che circolano in questi giorni sembrerebbe quasi una nuova divinità, una auto del futuro che potrebbe essere presentata tra il 2020-2021 e diventere realtà intorno al 2025 ma che non è affatto un'auto anche se avrebbe l'obiettivo di sostiuire gli autoveicoli per molte distanze.

Per metà treno e per l’altra metà aereo.

E a quanto pare la realizzazione di questa nuova diavoleria tecnologica sembra tutt’altro che un sogno. O, magari, una delle ultime diavolerie messe a disposizione di James Bond in una nuova avventura dell’agente segreto al servizio di Sua Maestà più celebre al mondo. Sembra infatti che questo mezzo prima di tutto sarà realizzato per davvero e sarà capace sul serio di librarsi in aria come un aereo qualsiasi e di trasformarsi in un treno pronto a correre sui binari, sia destinato a rivoluzionare i trasporti del mondo intero.

A concepire questo nuovo mezzo di trasporto che si chiamerà Link & Fly è Akka Technologies. Un mezzo che avrà l’obiettivo di accelerare e facilitare l’imbarco negli aeroporti.

el futuristico progetto, i passeggeri salirebbero a bordo di un tubo simile a un treno in una stazione di quartiere e le loro retine verrebbero scansionate per i controlli di sicurezza durante il viaggio verso l’aeroporto.

Le ali verrebbero quindi attaccate al tubo così da permettere al nuovo velivolo di prendere il volo. Il video in 3D con la simulazione delle potenzialità di questo veicolo metà treno e metà aereo, ha scatenato subito l’interesse di potenziali clienti asiatici. Anche della Boeing, la più grande azienda del mondo nel settore aerospaziale, ha mostrato interesse per il progetto così da smarcarsi dalla dipendenza che la lega ad Airbus e Renault.

L'auto del futuro che non è un'auto. Presentazione nel 2020?

Una vera e propria rivoluzione dei trasporti, dunque. Anche se, certo, l’esordio di questo mezzo metà treno e metà aereo non è previsto in tempi strettissimi. Sta di fatto che si tratta di un mezzo futuristico che la società ideatrice francese presenterà al management di grandi case produttrici, come Boeing che hanno già mostrato di gradire una possibile soluzione del genere. Il Link & Fly sarà, stando a quanto riporta Bloomberg, un treno a cui i passeggeri possono accedere nelle stazioni cittadine, e su cui effettuare il tragitto sino in aeroporto.

Durante il percorso a terra, strumenti ad altissima tecnologia garantiranno l’identificazione dei passeggeri attraverso la scansione della retina per ovvie ragioni di sicurezza.

Di modo che, una volta giunto in aeroporto, il mezzo potrà può compiere la sua metamorfosi e librarsi in aria grazie all’aggiunta delle ali al corpo del treno. Il ‘Link & Fly’ potrà ospitare sino a 162 passeggeri a bordo e coprire rotte a corto raggio. L’obiettivo è quello di facilitare lo spostamento dei passeggeri dal luogo di residenza all’aeroporto, accelerare i tempi di attesa negli scali e agevolare le operazioni di imbarco. Con ali e motori avrà un’apertura alare di circa 49 metri, con 34 metri di lunghezza e 8 di altezza.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: