Auto elettriche colonnine non abbastanza Norvegia. E iniziano in Italia incentivi destinati a crescere

Le colonnine della auto elettriche in Norvegia non bastano per la grande diffusione. L'auto elettrica sta conoscendo una grande crescita in tutto il mondo

Auto elettriche colonnine non abbastanza

Auto elettrica record in Norvegia, non bastano colonnine


Boom di auto elettriche in Norvegia tanto che non bastano le colonnine. Situazione molto differente in Italia dove, però, ora iniziano gli incentivi e tenderanno ad aumentare a particolari condizioni.

La diffusione delle auto elettriche.

Come detto la Norvegia rappresenta un record in Europa, ma le auto e i veicoli elettrici stanno crescendo un pò ovunque con dei ritmi che si fanno interessanti e che potrebbero essererlo ancora di più se dal 2040 si blocassero le vendite di auto diesel come già deciso in Francia e in gran Bretagna, in Cina e poi in altre nazioni come già si sta pensando di fare in Italia, con un inizio di incentivi anche dal 2020. Anche eprchè sarebbero numerosi le nazionia  segurie questo esempio e le industrie automobilistiche dovrebbero accelerare su questo fronte più di quanto stanno già, comunque, facendo.
E nonè un caso che la Norvega pensi di portare lobbligo di sole auto elettriche in circolazione tra soli 8 anni come pensano di fare anche Svezia e Finlandia, le altre grandi sorelle del nord.

Sono molteplici i motivi del successo dell'auto elettrica in Norvegia e sono da prendere assolutamente come esempio. Il primo riguarda l'importanza dell'ecologia e dell'ambiente che hanno i norvegesi che da sempre dimostrano grande sensibilità sul tema. Il secondo è che vi son dei forti incentivi per l'acquisto tra i 5mila i 9muila euro a seconda del veicolo scelto, ma anche forti sconti su bollo auto, tasse varie e assicurazioni 

E ora il paradosso è che le colonnine per la ricarica non bastano in quanto sono troppo poche per le tanto auto elettrhce crescito in maniera esponenziale nella nazione. A Oslo in alcuni quartieri è pieno, ma i tutta la nazione il rapporto è uno a tre e questo chiaramente non è sufficiente. Vi sono facendo dei numeri 1300 colonnine per 8mila auto ad Oslo. A quest punto l'impegno del Governo sta nell'aumentare sempre di più tali dispositivi di ricarica e si sta coordinando con tutti i comuni per accelare la situazione.

La situazione in Italia

Il mercato dell'auto elettrica in Italia è ancora, rispetto a queste nazioni molto indietro e dall'altra parte da noi mancano gli incentivi, se non in una unica regione che il Trentino Alto Adige dove a partire da Bolzano, ma non solo, si è deciso di procedere con gli incentivi e con un grand pian sul territorio per innescare sia le vendite che poi avere gli apparati per la ricarica.

La situazione attuale al momento è di 1000 auto e veicoli elettrici, con 76 colonnine di ricarica. L'obiettivo è quello di arrivare a 2500 coloninne entro 7 anni e 10mila veicoli con già staziati 14 milioni di euro per gli incentivi.

E se il bollo auto anche in Italia dovesse diventare progressivo come costi in base alle emissioni inquinanti, sarebbe necessario pensare a un grande piano per le auto elettriche, tanto è vero che ache i limiti imposti dall'Ue diventeranno man mano più stringenti.
Sul bollo auto, imfatti, ci dovrebbe essere una forte crescita del costo, almeno per alcuni milioni di vecioli, se ne contano 17 milioni circa, perchè più vecchi e più inquinanti. A questo punto, sarebbe necessario incrementare gli incentivi in Italia e renderli disponibili per tutti, in tutte le regioni, visto che il cambiamento delle auto che ci potrebbe essere potrebbe essere davvero epocale