Auto ibride Plug in cosa sono. Modelli 2019 e prezzi

di Chiara Compagnucci pubblicato il

Continua ad arricchirsi il mercato delle auto ibride con sistema plug-in. Ecco alcuni dei modelli pi¨ interessanti e altri che sono giÓ stati annunciati.

Auto ibride Plug in cosa sono. Modelli 2

Auto ibride plug-in 2019

Si chiamano auto ibride con sistema plug-in e hanno una caratteristica di fondo: sono ricaricabili. Semplificando il funzionamento, è come se l'auto fosse un cellulare, la cui batteria va ricaricata con un cavo collegato a una presa a muro quando l'autonomia è finita o è quasi esaurita. Proprio questa è la maggiore differenza con altre tecnologie in cui l'energia si recupera anche nei rallentamenti.

E a osservare l'ampia produzione di modelli, tra le automobilistiche - come Audi, Citroen, Dacia, DS, Fiat, Ford, Hyundai, Jeep, Kia, Lancia, Mahindra, Mitsubishi, Nissan, Opel, Peugeot, Renault, Seat, Skoda, Suzuki, Toyota, Volkswagen - in molto stanno scommettendo da tempo sulle auto ibride con sistema plug-in.

Auto ibride plug-in 2019, quali modelli

Uno dei primi modelli di auto ibride con sistema plug-in da ricordare è senza dubbio Jeep Renegade 2019, la più piccola tra le Jeep in vendita. In questo caso, oltre che nei rallentamenti, la batteria che alimenta il motore elettrico può essere ricaricata collegando la presa esterna della vettura alla rete domestica. L'unità elettrica è talmente potente da muovere l'auto da sola ovvero senza l'aiuto del propulsore termico. Per comprarla servono almeno 35.000 euro

La versione ibrida ricaricabile di Opel Grandland X è spinta da un 1.6 turbo da 200 CV e da due unità elettriche per 300 CV totali. Costruita sulla base della Peugeot 3008, i prezzi di listino iniziano da circa 45.000 euro. A proposito di Peugeot, entro la fine dell'anno sono attesi i modelli berlina e wagon di Peugeot 508, naturalmente con sistema plug-in. Ad alimentarle ci pensano un 1.6 turbo a benzina abbinato a un'unità elettrica da 110 CV integrata nel cambio per un totale di 224 CV. Per portarla a casa servono circa 50.000 euro.

Ecco quindi Skoda Superb e il suo profondo aggiornamento che riguarda luci e paraurti, adesso ridisegnati, con tanto di miglioramento dei sistemi di sicurezza e dell'infotainment. La variante ibrida plug-in da circa 220 CV ha un prezzo di listino di circa 28.000 euro.

C'è la variante plug-in anche per Kia Niro. Il crossover riesce a percorrere oltre 50 chilometri in modalità elettrica e punto di forza è la possibilità di ricarica la batteria in cinque dalla presa di casa. Di contro occorre fare i conti con un bagagliaio più piccolo rispetto a quello delle altre versioni, oltre a un costo di 9.200 euro. Complessivamente per Kia Niro 1.6 GDI PHEV DCT plug-in servono 36.700 euro.

Anche la versione plug-in di Mini Countryman ha tutte le condizioni per piacere. Sotto al cofano trova spazio un motore 1.5 turbo a tre cilindri da 136 CV per le ruote anteriori, e un motore elettrico per quelle posteriori. Il tutto nel contesto di una convincente tenuta di strada. Per quanto riguarda la batteria, secondo la casa automobilistica si ricarica dalla presa domestica in tre ore e un quarto e permette di percorrere in elettrico 41,7 chilometri. Il prezzo di listino è di 39.400 euro.

Nel ventaglio delle possibilità rientrano anche Hyundai Ioniq (1.6 Plug-in 6DCT Comfort a 35.000 euro oppure 1.6 Plug-in 6DCT Style a 37.650 euro), cinque porte medio-grande filante e moderna, e Toyota Prius (1.8 Plug-in Hybrid E-CVT a 42.200 euro) con il suo aspetto che guarda al futuro. Per chi è invece alla ricerca di un livello di qualità ancora maggiore, ci sono la berlina sportiva tedesca BMW Serie 3 e la berlina svedese Volvo V60 con un motore elettrico fra le ruote posteriori che promette fino a 45 chilometri di autonomia a zero emissioni.

E nuovi modelli in uscita

Andando anche oltre le auto ibride plug-in ora sul mercato, è già stata annunciata la berlina media spagnola Seat Leon, peraltro disponibile anche con i motori 1.6 e 2.0 TDI a gasolio, da 116 e 150 CV, e TSI a benzina ovvero il 1.0 a tre cilindri da 116 CV e il 1.5 e potenza di 131 o 150 CV. In agenda c'è anche la seconda generazione di Range Rover Evoque. Fra gli accessori si segnalano le telecamere che riproducono nel monitor della consolle l'area circostante il paraurti anteriore e, nel retrovisore interno, quella dietro l'auto.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":