Auto Km zero, cosa controllare quando si decide di comprare

Proviamo a effettuare un riepilogo di alcuni aspetti legati alle auto km 0 normativa con un focus particolare su cosa controllare per evitare di rimanere insoddisfatti.

Auto Km zero, cosa controllare quando si

Cosa controllare auto km zero


Agli italiani piacciono le auto a km zero e sono disposti a sacrificare la perfezione dell'auto in cambio di un bel risparmio sul prezzo d'acquisto. E lo fanno anche perché rispetto al passato sanno cosa controllare quando si decide di comprare. La maggiore facilità nella circolazione delle informazioni sta infatti rivelando preziosa nel miglioramento del livello di consapevolezza su tante questioni chiave, come la differenza auto nuova e km 0, il periodo migliore per acquistare auto km 0, cosa fare in caso di acquisto auto km 0 e passaggio di proprietà, al pari di altri aspetti da conoscere legati alla targa, alla garanzia obbligatoria, a quanti km devono avere auto km 0 e in più in generale cosa significa. Proviamo allora a effettuare un riepilogo di alcuni aspetti legati alle auto km 0 normativa con un focus particolare su cosa controllare quando si decide di comprare per evitare di rimanere insoddisfatti.

Cosa controllare auto km zero

Le auto a km zero non possono essere considerate nuove perché hanno già un proprietario (la maggiore parte delle volte è proprio il concessionario) e una targa. Sono state insomma già immatricolate per cui è necessario il passaggio di proprietà. Ma allo stesso tempo le auto a km zero possono non aver percorso un solo chilometro e quindi alcune componenti, come il motore e le gomme risultano nuove come da fabbrica. Le norme in vigore fissano in 100 chilometri la percorrenza massima per essere considerate auto km zero. Tuttavia ci stiamo riferendo a quei veicoli tenuti dalle concessionarie in esposizione e utilizzate per illustrare le caratteristiche ai potenziali clienti. E non va sottovalutato che spesso e volentieri le stesse auto sono esposte all'aperto e dunque esposte agli agenti atmosferici. Di conseguenza il primo aspetto da controllare è proprio l'integrità della vettura.

Qualche graffio o imperfezione dovuta all'usura può saltare fuori, ma non deve spaventare e va messa in conto. E in realtà proprio questi piccoli difetti possono essere utile per spuntare un supplemento di sconto. Ben diverso ma non meno importante è l'attenzione da prestare alla questione garanzia. Perché le auto km 0 devono essere coperte da una garanzia di almeno 24 mesi dalla data di consegna del veicolo ed è utile conoscere gli anni esatti di anzianità del veicolo. Si tratta della cosiddetta garanzia legale sui beni di consumo, che vale anche per l'acquisto di vetture e tutela il consumatore in caso di acquisto di un mezzo difettoso,

Quanti km reali devono avere auto km 0

Si accennava al chilometraggio dell'auto km zero, quasi sempre realmente a zero ma comunquemai superiore a 100 chilometri: non si tratta di un dettaglio ma di un precisa disposizione. In caso di falsa dichiarazione falsa da parte del venditore o di manomissione, l'acquirente può restituire l'auto e ottenere il rimborso della quota versata, oltre che il risarcimento per i danni subiti. Differente è il caso che sia tutto rivelato sin dal principio perché in questo caso l'acquirente può accettare ottenendo magari uno sconto più alto. Dunque, occorre sempre analizzare bene i vantaggi e gli svantaggi di comprare un auto a Km zero come spiegato in un altro articolo prima di questo.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: