Auto, le novità a Luglio su nuovo modelli, tasse e costi per automobilisti

Non c'è dubbio che la curiosità maggiore è sulla nuova generazione di Fiat Panda 2019. Per la prima volta dovrebbe infatti essere proposta in una versione mild hybrid.

Auto, le novità a Luglio su nuovo modell

Nuove auto in arrivo e in presentazione

Quello di luglio 2019 si prospetta un mese di novità per il settore delle auto. Da una parte ci sono le grandi case automobilistiche che stanno affilando le armi in vista del lancio di nuovi modelli e con un'attenzione supplementare per il segmento di mercato delle ibride. Dall'altra ci sono le novità tutte italiane che riguardano l'aggiornamento delle normative.

Una questione su tutte è la riforma del bollo auto che potrebbe essere finalmente legata all'inquinamento effettivo prodotto dalla propria vettura, potenziando e andando al di là dell'attuale sistema legato alle classi ambientali della vettura, ma poco allineato con i recenti sviluppi.

Nuove auto in arrivo e in presentazione

Rimanendo dentro i confini nazionali, non c'è dubbio che la curiosità maggiore è sulla nuova generazione di Fiat Panda 2019. Per la prima volta dovrebbe infatti essere proposta in una versione mild hybrid, strategica per avvicinare gli automobilisti più tradizionali alla mobilità alternativa. L'esperienza di guida rimane immutata, la modalità di ricarica dell'unità elettrica non è esterna e con un semplice tasto si passa dall'alimentazione a benzina a quella a batteria.

Da un'auto per la città all'altra, ecco l'aggiornamento di Renault Twingo 2019: cambiano i paraurti, con una presa d'aria frontale di maggiori dimensioni, e i fari mentre la meccanica è rimasta sostanzialmente la stessa.

A chiudere il cerchio delle piccole c'è la versione elettrica di Skoda Citigo 2019. Il motore eroga 82 CV ed è alimentato dalle batterie agli ioni di litio, collocate sotto il pavimento. Lo spazio all'interno è lo stesso delle versioni con propulsore termico. Con una ricarica completa l'autonomia raggiunge 150 chilometri. Gli accumulatori possono essere ricaricati in dieci ore collegando con il cavo in dotazione la presa esterna dell'auto a una domestica da 230 V con 2,3 kW. Naturalmente il tempo richiesto cala (a sei ore) con un attacco da 3,6 kW.

Altre due vetture in agenda sono l'aggiornamento di Opel Astra in attesa della nuova generazione che non vedrà comunque la luce prima del 2021, e Toyota Corolla che prende il posto della Auris. In questo caso aumenta la sportività nell'aspetto e nella guida e c'è anche la versione ibrida 2.0 da 180 CV.

Curiosità - in attesa di Volswagen Golf 8, in calendario tra la fine di quest'anno e il 2020 - anche intorno a Volswagen Passat con il restyling che riguarda il frontale, la parte posteriore e gli interni, con un sistema multimediale. Tra i motori anche una versione ibrida ricaricabile. Ecco quindi Ford Mondeo Station Wagon ibrida accanto alla tradizionale berlina. Il sistema ibrido è lo stesso ovvero un 2.0 a benzina da 141 CV abbinato a due motori elettrici, di cui uno fa da generatore e ricarica le batterie da 1,4 kWh, sotto il divano.

Da segnalare infine il conto alla rovescia per la presentazione di Peugeot 2008, rifacimento del crossover derivato da Peugeot 208. Tra le novità, la parte posteriore del tetto sempre più rialzata.

Novità bollo auto, tasse e costi più alti

Vedremo quindi quale forma assumerà il nuovo bollo auto 2019, ben sapendo che la volontà è di legarlo alle emissioni. L'esecutivo potrebbe escogitare una formula simile a quella dell'ecotassa e dell'ecobonus ovvero la fissazione di un o più tetti di emissioni oltre i quali far pagare di più. Il progressivo allontanamento verso il basso dalla soglia porterebbe invece a una riduzione, se non all'azzeramento.

Ma si tratta appunto di ipotesi di lavoro in attesa di una proposta di legge. Anche perché con l'aumento dei costi di pedaggio di autostrade e tangenziali dal primo luglio 2019, gli automobilisti italiani hanno poi di cui stare sereni.

Le tratte interessate sono Brennero, Brescia-Padova, Autovia Padana, Salt - Tronco Auto Cisa, Autostrada dei Fiori - Tronco A10, Consorzio Autostrade Siciliane, Autovie Venete, Milano Serravalle e Milano Tangenziali, Tangenziale di Napoli, Rav, Salt - Tronco Ligure Toscano, Sat, Autostrade Meridionali (SAM), Satap A4 Tronco Novara Est-MI e TO-Novara Est, Satap Tronco A21 TO-AL-PC, Sav Autostrada e Raccordo, Sitaf (Barriera di Avigliana e Salbertrand), Autostrada dei Fiori - Tronco A6 TO-SV, Strada dei Parchi, Asti-Cuneo, Pedemontana Lombarda, T.E.E.M., Bre.Be.Mi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il