Battere smog con auto elettriche e metano insieme. Ecco come

I dettagli sono stati svelati in occasione dalla tredicesima edizione di Oil&nonoil, appuntamento nazionale per gli operatori della filiera dei carburanti liquidi e gassosi.

Battere smog con auto elettriche e metan

Accordo contro smog e caos climatico


La caccia alle alternative per la mobilità poco inquinanti prosegue senza soste. E la novità non è adesso rappresentata da una nuova soluzione ma, come emerge nello studio portato alla luce a Oil&nonoil, la tre giorni di Verona per tutti gli operatori della filiera dei carburanti liquidi e gassosi, dall'alleanza tra auto elettriche e a metano. Se la prima è un'alternativa che si sta facendo lentamente largo nel mercato, la seconda è già realtà. Insieme puntano a fare ordine del caos climatico e a dare una spallata allo smog. E che non ci sia tempo da perdere è dimostrato proprio dai dati contenuti nel rapporto, secondo cui da qui al 2030 i veicoli a gas saranno 10 volte più numerosi rispetto alla situazione attuale. Significa che è avvertita, sia tra gli automobilisti e sia tra i produttori, l'esigenza di una svolta. Insomma, si profila il rilancio di una inedita forma di ibrido gas-elettricità con sviluppi inattesi.

Contro smog e caos climatico l'accordo tra elettrico e metano

E c'è anche un altro anno indicato nel focus: il 2040, quando le vendite di auto elettriche supereranno quelle di auto alimentate a diesel e benzina. La rivoluzione della mobilità ci sarà per quell'anno definitivamente realizzata, considerato che i veicoli elettrici consentono nel mondo di risparmiare una quantità di petrolio maggio dell'intera produzione dell'Iran e pari a circa il doppio dei consumi italiani. Quando? 2,6 milioni di barili al giorno. Ma già nel 2024 - assicurano gli analisti di Bloomberg - l'auto elettrica costerà meno di quella spinta con diesel e benzina di conseguenza inzierà a fare parte della nostra quotidianità. E la strada da percorrere è ancora molto lunga, considerando che nel mondo circolano solo 3,1 milioni di veicoli alimentati elettricamente e di queste solo 5.000 sono presenti sulle strade italiane.

13 milioni di auto a gas in Europa nel 2030

L'accoppiata elettrico e metano si pone allora come la soluzione più congeniale per abbattere smog ed emissioni serra in tempi rapidi o comunque più celeri rispetti a quelli che occorrono per creare un'infrastruttura alternativa ai combustibili fossili. I dettagli sono stati svelati a Verona in occasione dalla tredicesima edizione di Oil&nonoil - Stoccaggio &Trasporto Carburanti, appuntamento nazionale per gli operatori della filiera dei carburanti liquidi e gassosi alle prese con la sfida dell'innovazione tecnologica e della mobilità sostenibile.

La previsione indicata nel testo è cristallina: da qui al 2030 le associazioni di categoria stimano la circolazione di quasi 13 milioni di auto a gas in Europa ovvero dieci volte in più rispetto alla situazione odierna. E ancora: gli autobus a gas arriveranno a un terzo del totale dei bus circolanti, i camion a un quarto, mentre i veicoli commerciali leggeri a gas si moltiplicheranno per 21. Tanto per capire l'impatto che avranno sull'ambiente, un'auto a gas già abbatte circa il 40% dell'anidride carbonica e in maniera decisa e quasi definitiva ossidi di azoto e particolato.