Diesel e benzina, aspettative su costi. E suggerimenti veri, non i soliti per contenere consumi

Le indiscrezioni di queste ore dicono che dovrebbe essere scongiurato un aumento dei prezzi dei carburanti, come ha confermato di recente il presidente di Figisc - Confcommercio, Maurizio Micheli

Diesel e benzina, aspettative su costi.

Gli italiani sono pronti a mettersi in marcia per il consueto esodo estivo. Quando costeranno diesel e benzina?


QUali saranno i prossimi prezzi per benzina e carburanti, quali costi si presume ci saranno, quali attese e aspettative. E consigli e trucchi per consumare davvero meno
 

L’estate è entrata ormai nel vivo così come la voglia di vacanza degli italiani. Che partiranno in massa nelle prossime ore per raggiungere, almeno quelli che hanno deciso di lasciare la propria terra, le località scelte per trascorrere il meritato riposo. Ogni anno, però, di questi tempi, il dubbio amletico si ripresenta sempre uguale a sé stesso. Quanto pagherò la benzina e il diesel? Le attese per conoscere eventuali modifiche ai listini dei carburanti sono elevate. Cosa ci aspetta allora? Le indiscrezioni dicono che dovrebbe essere scongiurato un aumento dei prezzi dei carburanti, come ha confermato di recente il presidente di Figisc - Confcommercio, Maurizio Micheli che ha avuto modo di dichiarare che sussistono ragionevoli elementi per attendersi ancora stabilità su questo aspetto almeno per i prossimi quattro giorni.

Il monitoraggio dei prezzi pubblicati dalla Commissione europea effettuato in collaborazione da Assopetroli e Assoenergia, ha mostrato che nella data del 30 luglio il gap sulle imposte che si pagano i misura maggiore in Italia rispetto alla media dei 28 Paesi Ue per quel che riguarda i carburanti ha toccato il +22,5 centesimo a litro per la benzina e +20,8 per il gasolio. Le imposte, inoltre, hanno inciso nella settimana sul prezzo finale della benzina per il 61,80 % e per il 57,65 % su quello del gasolio. Nella rilevazione del 30 luglio 2018 il gasolio ha il secondo e la benzina il quarto prezzo più elevato di tutta l’Ue.

Tempo di grandi partenze per le vacanze estive, anche con la propria auto. Chi è alle prese con lunghi spostamenti è sicuro di sapere come contenere i consumi di carburante. Alcuni passaggi vengono infatti sistematicamente trascurati con immediate ripercussioni sulla spesa finale.

Dieci modi per risparmiare davvero carburante

Ecco allora una serie di consigli per risparmiare nel consumo di diesel e benzina, ricordando come si tratti di indicazioni di massima e che a fare la differenza sia sempre il buonsenso.

  1. Convergenza da non trascurare: non regolarità mette sotto sforzo il motore con aumento dei consumi anche del 10%
  2. Giusta pressione delle gomme: oltre a influenzare i consumi, comportano una usura irregolare e prematura del battistrada.
  3. Guida dolce: accelerare a fondo e andare su di gir brucia molto più carburante di quanto si dovrebbe.
  4. Non esagerare con la velocità: 8 chilometri orari in meno fanno risparmiare circa il 7% di carburante.
  5. Non utilizzare il piede sinistro per frenare: i consumi potrebbero aumentare del 35%.
  6. Revisione: non trascurare questo passaggio perché il consumo aumenta di circa il 4% rispetto alle condizioni normali.
  7. Ridurre il peso a bordo: ogni 45 chilogrammi in più, i consumi aumentano tra l'1 e il 2%.
  8. Scegliere il giusto olio-motore: il passaggio a 10W-30 potrebbe ridurre il consumo di carburante fino al 2%.
  9. Spegnere il motore: se la sosta dura più di 30 secondi non serve tenere l'auto in moto, indipendentemente dai sistemi di stop&start.
  10. Tappo del serbatoio, è importante: si ripercuote sull'efficienza e sull'emissione di fumi nocivi.