Cambiare auto dopo 1 anno, i pro e contro

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Cambiare auto dopo 1 anno, i pro e contr

Cambiare auto dopo 1 anno

Alcuni proprietari di automobili pensano alle loro auto come ai cellulari e amano cambiarle molto di frequente. Ma conviene veramente? Vantaggi e svantaggi.

Gli italiani amano le auto di proprietà. Le curano, la mantengono pulite all'interno e all'esterno e a ogni minimo rumore sospetto sono pronti ad allarmarsi. E poi si informano, conoscono i modelli in uscita e sono in linea con le recenti tendenze.

Certo, i tempi non sono più quelli di una volta in cui gli automobilisti cambiavano veicolo con una certa frequenza e i tempi tendono ad allungarsi. Tuttavia non è sempre così e c'è chi punta o quantomeno desidera cambiare auto già dopo un anno.

Ma quali sono pro e contro e vantaggi e svantaggi di questa scelta? In sintesi per capire se conviene cambiare auto dopo 1 anno occorre valutare:

  • costi che derivano dal cambiamento dell'auto
  • rendimento dell'auto
  • chilometri da percorrere
  • manutenzione e garanzia
  • tasse, assicurazione e bollo auto
  • aspetto psicologico

I pro dal cambiare auto dopo 1 anno

Alcuni proprietari di automobili pensano alle loro auto come ai cellulari. Non hanno alcuna difficoltà a effettuare un bonifico di mese in mese per anni e anni purché possano cambiare auto frequentemente, anche ogni anno. Ecco, cambiare auto dopo 1 anno è una realtà per chi non ha vincoli finanziari.

Anche se poi questo concetto vale fino a un certo punto perché le auto con pochi mesi di vita e dunque con pochi chilometri percorsi mantengono elevato il loro valore nonostante l'inevitabile svalutazione.

Significa che si rivendono con una certa facilità a chi è alla ricerca di un modello nuovo ma non vuole spendere l'intera cifra del prezzo di listino.

C'è anche un'altra valutazione da fare: cambiare auto dopo 1 anno potrebbe essere una buona idea nel caso in cui si opti per un modello che consuma di meno - al di là del tipo di alimentazione tra benzina, diesel, gpl, metano o ibride - e quindi può rappresentare una scelta strategica nel medio e lungo periodo.

Al di là delle motivazioni di carattere economico, che lasciano immaginare come il cambiamento di un'auto dopo un anno sia più una preferenza che non il comportamento reale, è importante considerare la velocità con cui procede l'innovazione, anche e soprattutto in relazione ai sistemi di sicurezza.

Da un anno all'altro, le auto sono equipaggiate con tecnologie più evolute e concedersi il lusso di cambiare veicolo ogni anno significa non solo stare al passo con le ultime trovate, ma può tradursi in tassi di assicurazione più bassi.

Gli assicuratori tengono conto dell'età dell'auto così come della presenza del controllo elettronico della stabilità, ad esempio, nel determinare la tariffa finale.

C'è poi una ragione psicologica da non sottovalutare ovvero il piacere e la soddisfazione di mettersi subito comodi all'interno di una nuova auto, una di quelle che brilla nei tanti Saloni dell'auto organizzati nel corso dell'anno.

Auto sempre nuova vuol dire anche costi di manutenzione limitati, garanzia continua, valore minimo garantito e libertà di scelta di un nuovo modello.

Cambiare auto dopo 1 anno, i contro

Il primo aspetto di segno negativo che invita a non cambiare l'auto già dopo un anno è di carattere economico perché, nonostante le formule più o meno vantaggiose e interessanti, a guadagnarci è innanzitutto il venditore ovvero il concessionario mentre per l'acquirente significa continuare a pagare rate su rate.

Come dire, cambiare un'auto di un anno con una nuova senza aggiungere un euro appare una utopia. Senza dubbio non è un problema per tutti, ma in questi anni le persone sono un po' più frugali rispetto al recente passato.

A tal proposito, non va dimenticato che gli istituti di credito hanno allungato i termini di finanziamento, il che significa che il rimborso di un prestito auto può richiedere più tempo.

A proposito di costi, l'acquisto di un nuovo veicolo significa effettuare il pagamento dell'imposta di trascrizione per il passaggio di proprietà nel Pubblico registro automobilistico, oltre che il versamento del bollo auto annuale.

C'è anche un'altra ragione che spingere a non cambiare auto già dopo un anno ovvero il miglioramento della qualità della produzione che aiuta a mantenere elevato il livello di soddisfazione sulla stessa auto per più tempo. Mai come adesso le auto non sono costruite meglio: durano più a lungo, hanno meno guasti e sono più sicure.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: