Carta carburante 2019 e fatturazione elettronica al posto scheda carburante. Nuove regole ufficiali

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Carta carburante 2019 e fatturazione ele

Carta carburante e fatturazione elettronica

Addio dunque alla scheda carburante e spazio alla fatturazione elettronica nell'acquisto del carburante auto. I pagamenti devono essere tracciati.

Il 2019 è un anno di novità dal punto di vista fiscale per chi utilizza l'auto. Ricordate la vecchia scheda carburante da compilare manualmente tutte le volte che si riforniva l'auto di benzina o diesel? Ebbene, con tutti i vantaggi e gli svantaggi comportava, è diventata un ricorso. Il nuovo strumento si chiama carta carburante e la novità non è solo la differente denominazione, ma la diversità dello strumento. Che fa il paio con la fatturazione elettronica 2019 ovvero con l'obbligo per professionisti, lavoratori automi e titolari di partita Iva e aziende della fattura elettronica nel rapporto tra privati e non solo con la pubblica amministrazione.

Carta carburante e fatturazione elettronica, come funziona

Addio dunque alla scheda carburante e spazio alla fatturazione elettronica nell'acquisto del carburante auto. L'obiettivo del legislatore è chiaro: le forme di pagamento devono essere tracciabili così da rendere più trasparenti le detrazioni dei costi. In buona sostanza chi utilizza l'auto per lavoro e vuole portare in detrazione le spese sostenute deve utilizzare carte carburante, carte di credito, carte prepagate o bancomat ovvero qualunque tipo di strumento che possa essere tracciato ai fini fiscali. E tra tutti è proprio la carta carburante aziendale lo strumento più congeniale per ricostruire le spese e dunque il resoconto completo sul consumo di benzina o diesel. Ne esistono di due tipi: una pensata solo ed esclusivamente per il pagamento di carburante e una seconda multiuso.

E in parallelo è previsto l'obbligo di emissione di fatturazione elettronica per la vendita di benzina e carburanti. Ma attenzione: le regole ufficiali non coinvolgono i privati che non sono obbligati al pagamento elettronico, ma possono continuare a utilizzare i contati.

Quale carta carburante 2019 scegliere

Sul mercato c'è solo l'imbarazzo della scelta tra la migliore carta carburante da scegliere. Alcune soluzioni sono quelle della carta carburante universale Soldo Drive, della Carta Bonus Idrocarburi di Poste Italiane, della SuperStar Q8, della My Card Tamoil o della You&Eni. Con quest'ultima, ad esempio, abilitando la carta You&Eni digitale sullo smartphone e utilizzando l'app in modalità solo Loyalty, è possibile incassare punti doppi per ogni litro di carburante acquistato al Più Servito, rispetto ai punti cumulabili con carta You&Eni fisica. Di più: con l'app Eni Station + gli utenti possono convertire i punti accumulati in voucher carburante digitali da utilizzare nelle Eni Station abilitate all'uso dell'app in modalità pagamento.

Succede perché l'obiettivo dei fornitori è proporre facilitazioni per convincere un numero sempre maggiori di automobilisti ad aderire alla carta carburante offerta.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: