Certificato auto di proprietà Aci come si può consultare

Cosa cambia per il certificato di proprietà digitale e come si può consultare online: le procedure possibili e cosa fare

Certificato auto di proprietà Aci come s

Certificato proprieta auto Aci come consultare


Il certificato di proprietà auto Aci in formato cartaceo dal 2015 è stato sostituito dal certificato di proprietà digitale che prevede una serie di vantaggi, primo fra tutti quello della impossibilità di essere smarrito o rubato. Difficile anche contraffarlo per illecite finalità.

Certificato auto di proprietà: cosa è cambiato

Dal 5 ottobre 2015, chi acquista un’auto nuova o usata riceve una ricevuta che attesta l’avvenuta registrazione presso le banche dati del PRA e si tratta di un documento che sarebbe una Attestazione di presentazione formalità relativa all’iscrizione del veicolo e alla produzione del Certificato di proprietà dell’auto che riporta diversi codici in modo che l’automobilista possa consultare il documento online. Si tratta di un codice di accesso personale per l’online e di un QR-code leggibile da smartphone o altro dispositivo.

Certificato auto di proprietà: come consultarlo

Per consultare il proprio certificato di proprietà auto digitale online, bisogna conservare la ricevuta contenente un codice d’accesso che permette di visualizzare il certificato di proprietà o attraverso la lettura mediante smartphone o altro dispositivo idoneo del QR-code presente sulla ricevuta; o collegandosi all’indirizzo web indicato nella ricevuta digitando il codice di accesso; o tramite la funzione Consulta il Certificato di Proprietà Digitale del sito dell’ACI. Se la ricevuta con il codice d’accesso viene smarrita, si può chiedere una ristampa gratuita rivolgendosi direttamente allo STA che l’ha rilasciata precedentemente. Il Certificato di proprietà auto digitale viene conservato digitalmente negli Archivi dell’ACI, ma la proprietà del documento rimane esclusivamente dell’intestatario del veicolo che è l’unica persona che può effettivamente disporre del documento stesso.

Dopo l’emissione del Certificato di proprietà digitale, potrebbero esserci modifiche sullo stato giuridico del veicolo, come l’iscrizione di fermo amministrativo. In tal caso, al momento della consultazione online, il sistema stesso in automatico segnalerà le eventuali variazioni e il consiglio è sempre quello di effettuare una visura al Pra per controllare eventuali variazioni intervenute. Le visure, che riportano tutte le informazioni giuridico-patrimoniali relative al veicolo fino al momento della consultazione, possono essere effettuate presso le Unità territoriali ACI Pra pagando 6 euro o accedendo al servizio online Visurenet dell’ACI al costo di 8,81 euro, comprensivi dei costi di servizio telematico e intermediazione finanziaria.

Il certificato auto Aci ha diversi usi e può servire in diversi casi, così è importante sapere i costi per smarrimento, rinnovo e in generale la sua utilità coem abbiamo spiegato in un precente articolo

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: