Colonnine di ricarica auto elettriche in Italia 2020-2022, svolta importante

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Colonnine di ricarica auto elettriche in

Ecco il nuovo piano Enel per una mobilità green

Il Programma nazionale di investimento punta infatti a dotare l’Italia di settemila punti di ricarica entro il 2020, fino a raggiungere il totale definitivo di 14.000 colonnine entro la fine del 2022

Il progetto di Enel di installare 14.000 nuove colonnine di ricarica per le auto elettriche ha ricevuto il decisivo appoggio da parte della Bei, la Banca europea per gli investimenti che sosterrà l’azienda italiana con la quale è stato siglato tra la BEI ed Enel X Mobility l’Unità del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali, nel prossimo quinquennio. Il finanziamento complessivo previsto sarà di 115 milioni (di cui cinquanta sono già stati stanziati) con una durata decennale e sarà garantito da Enel Spa.

Enel, 14.000 nuove colonnine di ricarica in Italia nel 2020-2022

Il piano Enel per l’installazione di 14.000 nuove colonnine di ricarica per le auto elettriche troverà dunque la disponibilità della Bei che sosterrà circa la metà dell’investimento complessivo. Un’operazione che, oltre ad essere un chiaro segnale dell’azienda italiana di incidere in maniera determinante allo sviluppo della mobilità elettrica, si realizzerà anche con l’obiettivo di raggiungere un obiettivo duplice: da un lato il contrasto al cambiamento climatico nei settori dell’innovazione e della mobilità sostenibile. Il Programma nazionale punta infatti a dotare l’Italia di 7mila punti di ricarica entro il 2020, fino a raggiungere il totale definitivo di 14.000 entro la fine del 2022. L’investimento previsto è di circa trecento milioni di euro.

Di certo si tratta di un passo in avanti notevole, come d’altra parte hanno avuto modo di dichiarare i dirigenti dell’azienda italiana che hanno anche sottolineato l’importanza di poter contare su un partner così solido come la Banca europea per gli investimenti.

Un piano di investimenti che contribuirà ad aumentare il numero di vetture elettriche in circolazione in Italia e porterà grandi benefici per l’ambiente, il sistema economico, le imprese e i cittadini, migliorandone la vita quotidiana e le abitudini di spostamenti e consumi. Ma la strada per una diffusione capillare dell’auto elettrica non solo in Italia, è ancora lunga e irta di difficoltà. I prezzi ancora troppo elevati, la mancanza di agevolazioni fiscali, l’autonomia che non è ancora del tutto soddisfacente rappresentano gli ultimi ostacoli che dovranno essere rimossi al più presto.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":