Emissioni auto, meno smog tassando chi inquina di più e incentivi. Proposta da Legambiente a Governo

Una proposta da parte di Legambiente al Governo basata sul fisco e incentivi per cambiare auto e inquinare di meno.

Emissioni auto, meno smog tassando chi i

Emissioni auto, proposta Legambiente al governo su fisco e incentivi: “Meno smog tassando chi inquina di più”


Troppe auto che inquinano e sono diesel vecchi e oltre a dun problema chiaro di inquinamento, c'è anche quello dell'accordo di Parigi e di altre leggi sulla circolazione europee ed internazionale che entro 10-20 anni costringeranno tantissimi italiani a cambiare auto. E allora ecco la sfida che lancia Legambiente al Governo in occasione del convegno Green Mobility che si è tenuto alla Camera dei deputati con una proposta finale e concreta di 10 punti.

I dati e un paradosso

In Italia circolano 37-38 milioni di autodi cui 14,7 milioni sono diesel e benzina Euro 0, 1, 2, 3 che man mano saranno le prime ad essere bloccate e già in alcune regioni del nord da oggi i più inquinanti tra di essi hanno ricevuto il divieto di circolazione. Ma è ben poco cosa rispetto a quello che dovrà accadere.

Le auto e i veicoli circolanti producono un gettito fiscale per le casse dello Stato di 72 miliardi circa, tra le accise sui carburanti e i costi di gestione, bollo, assicurazioni, compravendita. Ma non sono ripartiti in base al principio di chi inquina meno, paga meno. Anzi il paradosso è che talvolta avviene il contrario. Ad esempio, pagare il bollo alla regione di un veccio Euro = costa meno che rottamarlo o un pickup vecchia generazione diesel paga meno che un auto ibrida Euro 6 che inquina molto meno ed è costretta a versare il 20% di costo della benzina e ben il 50% in più di bollo.

E i prezzi dei carburanti possono essere fortemente modificati dalla politica, perchè dipendono il 70% dalla accise così come quello dell'elettricità il cui costo in bolletta per il 50% è deciso sempre dalla politica. E poi si pagano meno tasse su mezzi di trasporto molto vecchi e costa meno il gasolio della benzina.

Le proposte

La carta presentata da Legambiente è fatta di una serie di punti che mirano a rendere l'ambiente più vivibile entrando nel concoreto della fiscalità realativa ai mezzi di trasporto. Il primo punto è che il costo dei carburanti deve essere proporzionale all'inquinamento con il gasolio che deve costare, attraverso le accise, meno nella benzina.
Un voucher per rottamare la vecchia auto da 1000 euro, non per comorarne una nuova, perchè si deve rilanciare la mobilità attraverso i mezzi pubblici, e quindi, servirebbe per comprare abbonamenti e biglietti di metro, bus, tra e treni, noleggio, servizi di sharing.
Mille euro per piter acquistare le stesse cose appena indicate come benefits dato dalle aziende ai propri dipendenti e ai loro famigliari in un cosidetto welfare di mobilità.
Sharing mobility con agevolazioni sull'iva e flotte aziendali elettriche con numerose benefici per lpacquisto se date anche ai dipedenti per l'uso privato.
Incentivi per acquisti di auto elettriche fino a 6mila euro, metà se il veicolo è plug-in. Il tutto finanziato dalletase di acquisto e dal bollo più alto per le auto maggiormente inquinanti come accade già in tante nazioni europe