Ferrari 488 Spider, l'abbiamo guidata. Ecco il verdetto e il giudizio

Il volante della supercar richiama quelli della Formula 1 con tutti i comandi posizionati sul volante e sui satelliti orientati verso il guidatore.

Ferrari 488 Spider, l'abbiamo guidata. E

Ferrari 488 Spider: il massimo

Ferrari 488 Spider è realtà e, anzi, come si dice in questi casi: la realtà ha superato la fantasia. Siamo davanti a un'auto che fa coppia con la già nota Ferrari 488 GTB, ma con un tocco di modernità in più. Salire a bordo di una supercar di questo tipo lascia il segno e l'esperienza di guida non può che risultare di primissimo piano. Anche per via del motore V8 che la spinge e al piacere di salire a bordo di un'auto curata in ogni piccolo particolare, in pieno stile Maranello. Insomma, elevate prestazioni da una parte, facilità di guida di guida dall'altra (oltre all'euforia di pilotare una Ferrari) garantisce un'esperienza come poche.

Ferrari 488 Spider: il massimo divertimento all'aria aperta

Ferrari 488 Spider propone la soluzione RHT, quella ha permesso di dotare una vettura a motore posteriore di tetto rigido ripiegabile, mantenendo le linee eleganti e aggressive. La supercar esibisce un fondo aerodinamico dotato di generatori di superfici curve che accelerano 'aria diminuendone la pressione con l'effetto di schiacciare la vettura verso il suolo. Di conseguenza ad avvantaggiarsene è il carico senza penalizzazioni di resistenza. E che dire del volante che richiama quelli della Formula 1 con tutti i comandi posizionati sul volante e sui satelliti orientati verso il guidatore? Non solo, ma la nuova plancia ha uno sviluppo orizzontale ridotto per accentuare la leggerezza.

L'impianto infotainment in versione Sport mostra uno schermo all'interno del cupolotto della strumentazione, pensato per l'immediatezza d'uso: navigazione, accesso alle funzionalità e integrazione a livello estetico. A differenza di quanto visto in passato, è aumentata l'attenzione nella realizzazione dei sedili, con appoggiatesta fisso integrato allo schienale. I nuovi profili e le schiume sono pensati per offrire un comfort anche nei lunghi viaggi. Le proporzioni della 488 sono quelle delle Ferrari a motore posteriore: il corto parafango anteriore in cui si incunea il paraurti, la fiancata solcata dalle prese d'aria laterali degli intercooler, che si originano dalla porta con un motivo che richiama la 308 GTB.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il