Nuove auto 2020-2020 Fiat, Peugeot, Citroen, Opel con fusione

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Nuove auto 2020-2020 Fiat, Peugeot, Citr

Nuove auto Fiat dopo fusione

L'accordo riguarda tutti i veicoli, dalle auto per la città ai suv e crossover fino ad arrivare alle classiche berline e ai mezzi commerciali.

Chiusa la sbornia del post annuncio della fusione tra la casa automobilistica italo-americana e quella francese resta adesso da approfondire la principale delle questioni sul tappeto: quali saranno le nuove auto?

L'importanza strategica dell'accordo tra Fca e Psa è innanzitutto di carattere commerciale perché da una parte Fiat riesce a trovare nuovi canali di espansione in Europa mentre le varie Peugeot, Citroen, Opel possono affacciarsi nel mercato nordamericano. Vediamo in questo articolo

  • Significato accordo Fiat con Peugeot, Citroen, Opel
  • Nuove auto Fiat dopo fusione
  • Fiat, i programmi già decisi nel 2020

Insieme guardano verso la sterminata Cina e qui entrano in gioco altri elementi ovvero il know how acquisito dal gruppo francese nella tecnologia ibrida ed elettrica di cui Fiat potrebbe beneficiare.

Entrambe puntano a espandere la quota di mercato (adesso inferiore all'1%) puntando su nuovi modelli basata su sistemi di alimentazione alternativa.

Nuove auto Fiat dopo fusione con Peugeot, Citroen, Opel

Per comprendere le potenzialità dell'intesa tra Fiat e Peugeot, Citroen, Opel occorre dunque andare oltre e capire in che modo entrambe possono commercialmente trarre benefici.

Due sono le direttrici seguite, a iniziare dall'elettrificazione di un numero sempre maggiore di veicoli. Questa è la chiave per fare breccia nel mercato cinese, ma anche per rispondere alle normative sempre più stringenti in termini di emissioni che indirizzeranno gli automobilisti a scegliere ibride ed elettriche e ai costruttori ha comportarsi di conseguenza.

La seconda direttrice è quella di non limitarsi a pochi modelli, ma di essere presente sull'intero range. Si va dalle auto per la città, su cui Fiat è ben piantata sul mercato, ai suv e crossover, su cui Fiat è indietro, fino ad arrivare alle classiche berline.

Non solo, ma a ricevere una spinta saranno anche i veicoli commerciali, a iniziare dalla gamma Fiat Professional.

A permettere una copertura totale tra sistemi di alimentazione, tipologia e dimensioni è la disponibilità di una doppia piattaforma modulare. C'è la Cmp (Common modular platform), quella che permesso la realizzazione di Ds3 Crossback, Peugeot 208 e Opel Corsa.

E c'è la Emp2 (Efficient Modular Platform 2), alla base di Ds7 Sportback, Opel Grandland X, Peugeot 3008 e Peugeot 508, 3008, anche in versioni ibride plug-in.

Nonostante i progressi raggiunti con Fiat 500X e Fiat Tipo, per il gruppo italo-americano, la possibilità di fare riferimento a queste due piattaforme apre certamente interessanti scenari di sviluppo e di ripensamento di alcuni modelli.

Fiat, i programmi già decisi 2020-2022

Da tempo Fiat è alla ricerca di una partnership per lo sviluppo di nuovi modelli, ma già da tempo ha fissato una roadmap innovativa da qui al 2022.

A iniziare dalla realizzazione della già annunciata Fiat 500 elettrica per il mercato europeo, Italia inclusa. L'appuntamento è nei primissimi mesi del 2020 la stessa city car è attesa anche nella configurazione ibrida. Non solo 500 perché anche Fiat Panda sarà con ogni probabilità realizzata nella doppia versione.

Aggiornamenti in vista anche per Fiat Tipo: il prossimo modello potrebbe caratterizzarsi dalla presenza di un assetto di guida rialzato, in linea con la richieste del mercato. E attrezzata almeno con climatizzatore, airbag laterali, airbag testa, sedile guida regolabile in altezza, vetri elettrici anteriori e indicatore temperatura esterna.

Da scoprire se e in che modo Fiat Punto sarà riprogettata, magari con un altro nome. Rispetto ai programmi iniziali si aggiunge adesso il nuovissimo accordo con Peugeot, Citroen e Opel che apre nuove prospettive.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":