Fiat, Jeep, Alfa Romeo, Lancia 2019 nuove auto city car, suv, berline e modelli sostituti

Non ci saranno eccezioni perché tutta la gamma della Fiat 500, dalla L alla X, sarà elettrificata, così come gli altri modelli. Ecco le strategie della casa madre per il 2019-2020-2021

Fiat, Jeep, Alfa Romeo, Lancia 2019 nuov

Diesel sostituito con l'elettrico


Tutta una serie di nuove auto Fiat, Alfa Romeo, Jeep, Lancia alcune completamente inedite del tutto nuove. Altre ancora, invece, evoluzione dei modelli già presenti, quindi nuovi modelli con miglioramenti tecnologici, restyling grafici e altre novità minori. Molte auto usciranno nel 2019, altre nel 2020 e 2021. 
 

Si scaldano in tutti i sensi i motori in casa Fiat Chrysler Automobiles con la fase esecutiva di quel piano industriale che ha fissato nuove auto tra suv, city-car, berline Fiat, Lancia, Jeep, Alfa Romeo e obiettivi da raggiungere da qui a cinque anni, ma che ha già presentato le nuove auto per il 2019 e alcune per il 2020 e 2021. A iniziare da Fiat che prosegue nel suo percorso di taglio dei modelli disponibili e la concentrazione su alcuni segmenti di mercato e ben precise vetture. Si va allora dalla nuova generazione della Fiat Punto o comunque dalla sua sostituta considerando il recente stop alla produzione al restyling della Fiat 500 X, dai nuovi modelli di Panda (in particolare la variante mild hybrid destinata a prendere il posto di quella a diesel) e Ducato ai suv di segmento B, C e D fino al rilanco di Tipo e 124 Spider. Il programma è insomma particolareggiato con il diesel che sarà sostituito con l'elettrico ovvero con una forma di mobilità alternativa e meno impattante per l'ambiente.

Diesel sostituito con l'elettrico

Non ci saranno eccezioni perché tutta la gamma della Fiat 500 elettrica, dalla L alla X, diventerà progressivamente così come gli altri modelli. Le incertezze sono piuttosto legate alle tempistiche, tenendo conto che il processo di elettrificazione dovrebbe coinvolgere solo gradualmente il modello Panda con una release mild hybrid dal 2020. Il passaggio alla produzione di massa dei modelli elettrici per tutti i marchi rappresenterà comunque una svolta per tutti gli stabilimenti europei del gruppo. Come spiegato, nel mondo ci sono due milioni di Fiat 500, la maggior parte delle quali si muove in ambito urbano: questa è una chiave utile a suggerirlo sviluppo di una versione a batteria.

Previsto anche il remake della 500 Giardiniera. Insomma, appare chiaro la volontà di uscire dal mercato di massa per rifugiarsi in un comparto di nicchia, almeno in Italia, dove i numeri di vendita non sono paragonabili a quelli del recente passato. E da non dimenticare, ancora prima della Fiat 500 elettrica, la Fiat 500 Mild Hybrid, un ibrido leggero che dovrebbe avere come nel caso della Fiat Panda Mild Hybrid un forte successo in Italia. E poi ci dovrebbero e potrebbero essere una serie di sorprese, con il ritorno di modelli che hanno fatto la storia del Gruppo di Torino, dei veri e propri miti, come una nuova Fiat Punto 2019 del tutto rivista ma non solo

Situazione ben più critica per Lancia per cui non è previsto alcun piano di rilancio e la Ypsilon sembra destinata a essere l'ultimo modello prodotto prima della dismissione. Molta più vivacità si registra invece dalle parti di Jeep. In prima battuta, nel 2020 sono attesi il full hybrid della nuova Cherokee e l'ibrido plug-in su Wrangler e Renegade e sono confermate le ammiraglie Wagoneer e Grand Wagoneer. Poi la Grand Commander avrà una versione full electric per la Cina. Quindi con l'orizzonte temporale del 2022 sarà in arrivo anche la baby Renegade, un pick-up su base Wrangler e due modelli con tre file di sedili dei segmenti D ed E.

In definitiva, per ogni modello della gamma è prevista una versione ibrida plug-in. Più precisamente, da qui a cinque anni sono previste dieci versioni ad alimentazione ibrida plug-in e quattro varianti a propulsione 100% elettrica con il parallelo stop ai diesel in Europa, medio oriente e Africa.

Alfa Romeo e non solo

Idee chiarissime per Alfa Romeo con Stelvio e Giulia a rappresentare i punti di riferimenti per i modelli successivi insiem a nuove auto Alfa per il 2019 in uscita o almeno già in preparazione. In agenda ci sono una crossover compatta, un suv più grande della Stelvio e due sportive, GTV e 8C al posto della 4C. In programma le versioni a passo lungo di Stelvio e Giulia per il mercato cinese mentre esce di scena la Mito. Anche in questo caso sempre meno diesel con tanto di addio del 2021 e sempre più spazio all'elettrificazione. Più nello specifico, per ognuno dei modelli vanno messe in conto varianti ibride, mild hybrid e ibride plug-in.

Da non perdere di vista Maserati, sempre più indirizzata vira verso l'elettrico. Ecco quindi la full electric Alfieri, in versione coupé e cabrio e la Suv compatta di segmento D.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: