Fiat Panda elettrica, ufficiale confermata da Fca. Ecco come sarà

di Chiara Compagnucci pubblicato il

L'arrivo di Fiat Panda elettrica segna però uno spartiacque perché cambia l'esperienza d'utilizzo proposta agli automobilisti. Spazio alla personalizzazione.

Fiat Panda elettrica, ufficiale conferma

Fiat Panda elettrica 2020, cosa aspettarsi

Ci sarà anche una versione elettrica di Fiat Panda e sarà una rivoluzione, come confermato di recente dal Ceo di Fca. Lo sarà perché questa è l'auto più rassicurante per gli italiani e venduta perché rimane sempre fedele a se stessa. Nonostante i continui aggiornamenti mantiene quelle sue caratteristiche di base di semplicità e praticità, economicità e concretezza che piacciono così tanto agli automobilisti tricolori. L'ampia disponibilità di varianti tra cui scegliere (11 complessivamente con alimentazione a benzina, gpl e metano) rendono praticamente impossibile non individuare l'auto adatta alle personalissime esigenze.

L'arrivo di Fiat Panda elettrica - sarà costruita a Pomigliano d'Arco insieme a Fiat Panda ibrida e Alfa Romeo Tonale - segna però uno spartiacque perché cambia l'esperienza d'utilizzo proposta agli automobilisti anche se, come lasciato trapelare dai vertici di Fca, verrà conservata l'anima di questo storico veicolo e solo per le ultime due, si parla di un investimento iniziale di almeno un miliardo

Fiat Panda elettrica 2020, cosa aspettarsi

Un primo assaggio di come sarà Fiat Panda elettrica è stato offerto la scorsa primavera con il concept Centoventi, da cui abbiamo scoperto che la parola d'ordine è personalizzazione. O, detto in termini più precisi, modularità perché gli acquirenti potranno combinare la vettura come meglio credono. Perfino la capacità delle batteria può essere aumentata o ridotta secondo esigenze e desideri.

Precisando come si tratti solo di un concept e non della versione definitiva, non sfuggono le dimensioni piuttosto generose: 3.680 millimetri di lunghezza, 1.527 millimetri di altezza e 1.846 millimetri di larghezza, con un passo di 2.430 millimetri. Il pacchetto base prevede la presenza di una singola batteria con autonomia limitata, ma con l'opzione in mano agli acquirenti di acquistare o noleggiare fino a tre batterie extra a pavimento per allungare l'autonomia. L'operazione di aggiunta di batterie, come ci tiene a far sapere Fiat, può avvenire in autonomia in meno di cinque minuti.

La porta di ricarica si trova davanti al parabrezza e presenta un avvolgicavo sotto la carrozzeria, eliminando la necessità di trasportare cavi nel bagagliaio. Peccato solo che Fiat non abbia fornito alcun dettaglio tecnico sulla trasmissione elettrica della vettura. La versione a quattro posti esposta a Ginevra presenta un cruscotto minimale e un sedile passeggero rimovibile. Sul pannello di controllo sono presenti delle tacche che permettono agli acquirenti di aggiungere accessori acquistati separatamente.

Fiat rivela di aver brevettato il sistema di montaggio a incastro e lo ha paragonato ai mattoncini Lego. L'auto è progettata per utilizzare uno smartphone o un tablet come schermo digitale insieme a un'unità integrata da 10 pollici, ma un cruscotto digitale da 20 pollici più tradizionale può essere scelto come opzione.

Prezzi e colori Fiat Panda elettrica

Se sempre pensando alla personalizzazione, ecco che Fiat è pronta a offrirà una gamma di quattro colori per tetti, paraurti, copricerchi e carrozzeria. La vera innovazione è rappresentata dal tetto opzionale con un pannello solare in grado di generare 50 watt che alimentano il display digitale dell'auto sotto al portellone posteriore. Tutti da scoprire i prezzi di Fiat Panda elettrica, ricordando che a oggi servono di listino da 11.550 euro per quella a benzina, da 14.550 per quella a gpl e da 16.200 per la variante a metano.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":