Fiat Panda ibrida 2020 perché conviene comprare o no. Pregi e difetti

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Fiat Panda ibrida 2020 perché conviene c

Fiat Panda ibrida 2020, perché conviene

La nuova tecnologia, con tutti i suoi pregi e difetti, debutta sulle city car con lo schema che comprende il motore Firefly 1.0 benzina da 70 CV e il motorino elettrico 12V da 5 CV.

Il grande passo è stato compiuto e dopo essere stata annunciata, Fiat Panda ibrida 2020 è diventata realtà. L'auto più venduta in Italia è adesso disponibile con un ibrido leggero ovvero una tecnologia che combina il motore termico a benzina con una unità elettrica.

E lo fa in maniera leggera (mild hybrid, appunto) con le batterie che si limitano a supportare il propulsore a carburante, ma non a sostituirlo.

Dal punto di vista pratico significa che la percorrenza in solo elettrico è possibile solo per pochissimi chilometri e a velocità molto basse. La casa automobilistica italiana entra quindi in una nuova era e vogliamo adesso capire se conviene comprare o no.

La nuova tecnologia, con tutti i suoi pregi e difetti, debutta sulle city car con lo schema che comprende il motore Firefly 1.0 3 cilindri benzina da 70 CV e il BSG, motorino elettrico 12V da 5 CV che recupera energia in frenata e decelerazione.

Scopriamo allora i dettagli di questa nuova release, già ufficialmente acquistabile nelle concessionarie italiane accanto alle versioni tradizionali dell'auto.

Perché conviene comprare Fiat Panda ibrida, i pregi

A bordo di questa speciale versione di Fiat Panda troviamo il motore benzina Firefly mild hybrid 1.0 da 70 CV con cambio manuale a 6 rapporti. L'ibrido leggero da 12V arriva su Panda ed è chiamato ad aprire la strada a una nuova era per la casa automobilistica italiana.

Ebbene, la prima ragione per cui conviene comprare Fiat Panda ibrida è la riduzione media del 20% dei consumi. Si tratta di una percentuale per nulla trascurabile, a cui aggiungere il taglio delle emissioni inquinanti.

E anche questo è un aspetto di cui tenere conto perché laddove sono presenti blocchi alla circolazione, Fiat Panda ibrida 2020 riesce a muoversi in libertà. Dal punto di vista delle prestazioni non va messo in conto alcuna rivoluzione, ma in marcia si sente lo spunto della unità elettrica.

In realtà, il principale motivo che spingere all'acquisto è un altro ovvero la conservazione della medesima esperienza di guida e di gestione di una qualsiasi Panda a benzina. Possiamo quindi considerarla strategica per chi si avvicina per la prima volta a questo tipo di tecnologia, magari con l'obiettivo di un approdo a sistemi sofisticati.

Difetti Fiat Panda ibrida, perché non conviene comprare

Tutti sembra allora funzionare alla perfezione nella Fiat Panda ibrida 2020, compreso il prezzo da 10.900 euro fino ad arrivare alla modalità di funzionamento con l'energia si accumula nella batteria al litio da 11 ampere di capacità, sistemata sotto al sedile di chi guida pronta a intervenire per riaccendere il motore termico in caso di stop in marcia o per aiutarla in accelerazione.

Ma c'è un aspetto che lascia perplessi ed è l'impossibilità di accedere agli incentivi nazionali per l'acquisto di auto (anche ibride) poiché il livello di emissioni è maggiore rispetto al minimo stabilito.

La sola strada per ricevere uno sconto è andare a caccia di ecobonus regionali, meno rigidi anche se con risorse più limitate rispetto a quello statale.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: