Fiat Panda riesce ad arrivare a Pechino. L'incredibile avventura di 11mila Km

Ad andare fino in fondo in questa vicenda si scopre come il viaggio sia piuttosto improvvisato. Non importa quanto tempo ci vorrà. L'importante è andare.

Fiat Panda riesce ad arrivare a Pechino.

11 Paesi in 40 giorni

Ne abbiamo sentiti di tutti i colori perché con la facilità degli spostamenti e la circolazione della conoscenza, viaggiare è adesso diventato molto più facile. Con ogni mezzo, anche con una Fiat Panda 4×4, il cosiddetto Pandino, per anni vera e propria icona incontrastata per affrontare ogni tipo di sfida. Questa volta però un gruppo di tre ragazzi siciliani ha deciso di abbattere ogni limite e di raggiungere la Cina dall'Italia, sempre a bordo del Pandino. Basta prendere una cartina geografica per accorgersi della distanza enorme, circa 11.000 chilometri. Il tutto al netto delle difficoltà e di qualche disagio di troppo perché in occasioni come queste, a contare è la voglia di andare senza troppi pensieri e finché il motore li sostiene.

11.000 km in Panda, zero confini fino a Pechino

Ad andare fino in fondo in questa vicenda si scopre come il viaggio sia piuttosto improvvisato. Non importa quanto tempo ci vorrà, dove alloggeranno e in quanto tappe sarà diviso il percorso. A leggere le loro dichiarazioni, è una vera e propria avventura quella di Ciccio Bob, Giovanni Cipolla e Marco Paco Federico. All'arrembaggio sì, ma con tanta voglia di partire e nella convinzione che non importa quanto tempo impiegheranno per coprire la tratta da Palermo a Pechino perché questa non è una gara. Ma è l'esperienza in sé ad assumere un valore speciale. A conti fatti si tratta di attraversare 11 Stati dopo lo sbarco dalla Puglia in Grecia.

11 Paesi in 40 giorni (forse)

Si tratta di Turchia, Georgia, Azerbaigian, la traversata del Mar Caspio per approdare in Turkmenistan, Uzbekistan, Kyrgikistan, Russia, Mongolia e infine Pechino. Il solo strappo alla regola ovvero al percorso più lineare è l'aggiramento dell'Iran, per tenersi alla larga dalla tensioni in corso. Di conseguenza sarà un po' più lungo, ma con questo itinerario, contano di arrivare in Cina in 40 giorni e scoprire da turisti i Paesi che attraverseranno. Dormiranno comunque prevalentemente in tenda con la volontà di lanciare il messaggio che se si vuole si può. I tre ingegneri siciliani hanno comunque avviato su Instagram la campagna a_pechino_col_pandino per raccogliere i fondi necessari per finanziare il viaggio quanto più possibile.

Alla vigilia della partenza annunciano l'intenzione di voler vedere con i loro occhi il mondo, sentirlo scorrere tutto sotto i loro piedi, accorgersi di quanto sia grande ma allo stesso tempo finito, dargli una concreta forma, contemplarne la delicata magnificenza, respirare tutta l'aria che li separa dalla meta, dormire ogni sera in un posto diverso accampati sotto le stelle, osservare i tratti e gli sguardi di tutti i popoli che incontreranno.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il