Fiat Tipo produzione bloccata, mentre Fiat Panda Mild Hybrid continua e altri modelli

Alcune nuove auto inedite, del tutto nuove, altre, invece, che saranno migliorate e continueranno ad esistere come la Fiat Panda Mild Hybrid. Stop Fiat Tipo.

Fiat Tipo produzione bloccata, mentre Fi

Due nuove versioni della Fiat Tipo


La Fiat Tipo, di cui sono usciti, due nuovi modelli avrà probabilmente bloccata la produzione, ormai quasi sicuramente. Nel frattempo arrivano nuove auto e continua l'avventura della Fiat Panda che era incerta con la Fiat Panda Mild Hybrid. E non ci sono solo queste nuove auto che useranno questa nuova tecnologia.
 

Tempi di cambiamento in casa Fiat, ma anche di clamorosi ripensamenti rispetto a strategie fissate solo pochi mesi fa. Chissà allora che anche la Fiat Panda non sarà oggetto di un cambio di marcia rispetto a quanto stabilito fino a questo momento. Cala infatti il sipario sul mito di un'auto che ha segnato più generazione. O almeno, la storica versione a diesel va in soffitta e la variante con il motore 1.3 Multijet che sarà l'ultima a uscire dalla fabbrica. Il futuro appartiene alla soluzione ibrida, esattamente la mild hybrid, concepite per l'utilizzo in ambito urbano e pensate per abbattere l'impatto ambientale e risparmiare fino al 30% dei consumi. Siamo comunque davanti all'ennesimo tassello di un mosaico più ampio che prevede il ripensamento di tutta la gamma. E che coinvolge anche la storica Fiat Tipo, con una novità rispetto al recente passato: nonostante l'annuncio dell'addio sono già due pronte due nuove versioni.

Due nuove versioni della Fiat Tipo

Ecco allora che per l'attuale generazione della Fiat Tipo, nei modelli berlina quattro porte, cinque porte e station wagon, sono già pronte le nuove versioni Mirror e Street. La prima è equipaggiata con sistema Uconnect da 7 pollici con tanto di Apple CarPlay e Android Auto e si caratterizza per la presenza di carrozzeria in blu Venezia con dettagli neri su gusci degli specchietti, maniglie delle porte, modanature laterali e telai antinebbia. La seconda variante Street è invece pensata per aggiungere stile e accessibilità.

La differenza di base va cercata nel tipo di alimentazione perché nel caso della versione Mirror è possibile fare riferimento alle motorizzazioni benzina e diesel (con il motore benzina 1.4 da 95 o 120 CV oppure con la doppia variante diesel ovvero il 1.3 Multijet da 95 CV e il 1.6 Multijet da 120 CV con il cambio automatico DCT a richiesta) mentre la Fiat Tipo Street è disponibile con il solo motore benzina 1.4 da 95 CV. Dalla sua ci sono dettagli neri sugli esterni: le calotte degli specchietti, i cerchi lucidi da 16 pollici, le maniglie delle porte, la mascherina frontale.

Fiat Tipo: arriverà anche una nuova generazione?

Eppure il destino della Fiat Tipo è segnato e non è affatto detto che salterà fuori una seconda generazione nonostante i numeri delle vendite siano positivi. Ci sono ragioni ben precisi alla base di questa decisione, a iniziare dal ricorso a una piattaforma differente da quella impiegata per la produzione delle auto di Alfa Romeo, Fiat e Jeep ovvero degli altri marchi Fiat Chrysler Automobiles. Significa che far uscire dalla fabbrica una Fiat Tipo è più costoso rispetto ad altri veicoli.

E poi occorre fare i conti con i nuovi limiti sul livello di emissioni delle auto che comportano l'implementazione di continui e costosi aggiornamenti. Di conseguenza, nonostante le vendite soddisfacenti, anche in confronto alle auto Fiat, la Tipo viaggia su una corsia parallela e dal percorso differente. A conti fatti, Fiat Tipo continuerà a essere prodotta in Turchia come Fiat Aegea e solamente per i mercati medio orientale e nord africano. Stessa decisione potrebbe essere presa per la Fiat Punto oltre la Fiat Panda. 

Nuovi modelli e auto

Vi è la conferma della Fiat Panda che verrà fatta con il Mild Hybrid e poi altri modelli come la Fiat 500 X,alcuni dei quali saranno totalmente nuovi e avranno anch'essi la tecnologia ibrida ed elettrica. Due puni di forza ci saranno ovvero l'elettrificazione e l'ibrido non totale nella maggior parte delle auto del Gruppo.

Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il