Finanziamenti auto: la guida completa

di Marianna Quatraro pubblicato il
Finanziamenti auto: la guida completa

Strumenti creditizi acquisto auto

Gli strumenti creditizi più comuni per comprare un'auto nuova, quali sono, le caratteristiche e come scegliere

Ci sono tante buone ragioni per non rimandare l’acquisto di un’auto. Una nuova auto è più affidabile e sicura, ma anche più economica da mantenere, perché permette di risparmiare sulle spese di manutenzione e sui consumi.

Le vetture di nuova generazione sono inoltre ecologiche, più confortevoli e aprono l’accesso a diversi bonus e incentivi per fare degli ottimi affari. Anche quando si è a corto di liquidità, esistono diverse tipologie di prestiti che permettono di dilazionare nel tempo la spesa.

Gli strumenti creditizi più comuni per l’acquisto di un’automobile sono:

  • il prestito finalizzato, che si sottoscrive presso la concessionaria per ottenere esattamente la cifra che serve a coprire il prezzo di vendita;
  • il prestito personale, da richiedere a banche o finanziarie;
  • il leasing, che consiste nel versamento di un canone di “affitto” dell’auto, che si potrà poi scegliere di restituire o riscattare versando una maxi rata;
  • il finanziamento non finalizzato, quello che si ottiene da banche i finanziarie senza dover specificare il motivo del prestito e che permette di spendere liberamente gli importi erogati.

Se si può contare sulla sicurezza di uno stipendio fisso, o di una pensione, la soluzione migliore per i finanziamenti auto non finalizzati è la Cessione del Quinto. Questa formula riservata a lavoratori dipendenti e pensionati permette infatti di richiedere da 5.000 a 75.000 a tasso fisso, da rendere con piani da 24 a 120 mesi e a condizioni di favore. Grazie a particolari convenzione stipulate tra gli istituti creditizi ed enti pubblici (tra i quelli NoiPA e Inps), o aziende private, chi è in cerca di liquidità ha diritto a tassi di interesse calmierati e a un meccanismo di restituzione comodo e vantaggioso che prevede la trattenuta all’origine dallo stipendio, o dalla pensione, cancellando di fatto la paura di ritardi o rate saltate.

Ma non è tutto, la Cessione del Quinto assicura sempre la sostenibilità del prestito, perché calcola le rate in modo che non possano mai superare il 20% del netto in busta paga (pari appunto a 1/5 del totale, ecco perché si parla di “Cessione del Quinto dello stipendio”, o della pensione).

I finanziamenti auto con Cessione del Quinto sono inoltre protetti da una copertura sempre inclusa contro ogni rischio, non richiedono garanti né ipoteche e sono aperti anche a protestati e cattivi pagatori, purché possano presentare la garanzia di un reddito fisso. Tutte le pratiche di finanziamento sono infine gestite attraverso procedure telematiche semplificate, che riducono notevolmente le attese per velocizzare i tempi di erogazione dei prestiti.

Per conoscere tutti i vantaggi dei finanziamenti auto con Cessione del Quinto, è sufficiente richiedere un preventivo gratuito recandosi personalmente alla filiale di zona Prestiter, oppure online. Grazie all'implementazione tecnologica costante, Prestiter è infatti in grado di concedere prestiti convenienti e rapidi anche a distanza, con tutta la sicurezza della firma digitale.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: