Golf 8 ibrida PHEV tra le nuove versioni sostitute dell'attuale Golf 7 2019

La nuova Golf PHEV potrebbe essere alimentata da una versione aggiornata del gruppo propulsore presente nel modello attuale della Passat GTE.

Golf 8 ibrida PHEV tra le nuove versioni

Golf 8 anche in versione ibrida

C'è un piccolo ma significativo dettaglio che rivela che la versione camuffata di Volkswagen Golf 8 sia proprio quella ibrida plug-in ed è il lembo extra nel parafango anteriore sinistro che ospita la porta di ricarica. Per il resto questa speciale variante dell'auto non mostra dal punto di vista estetico alcuna modifica rispetto a quanto visto e intravisto nelle scorse settimane.

In ogni caso si tratta di una novità assoluta, tenendo conto che l'attuale Golf 7 2019 è disponibile nelle versioni a benzina, diesel, metano ed elettrica. La release ibrida plug-in di Golf 8 sarà già svelata insieme agli altri modelli entro la fine dell'anno^

Golf 8 anche in versione ibrida

Siamo ancora a livello di indiscrezioni da confermare, ma la nuova Golf PHEV potrebbe essere alimentata da una versione aggiornata del gruppo propulsore presente nel modello attuale della Passat GTE ovvero un motore a benzina turbocompresso da 1,4 litri con una unità elettrice e una batteria agli ioni di litio. Nel caso della Passat, il sistema produce un totale di 160 kW. Ecco allora che la Golf, più piccola e leggera, dovrebbe essere in grado di percorrere circa 60 chilometri in modalità elettrica pura.

L'ottava generazione della vendutissima Volkswagen Golf potrebbe quindi essere caratterizzata da un sistema di propulsione elettrica ibrida da 48 V. Trovano così un seguito concreto le promesse pubbliche dello scorso anno di dotare la bestseller di un'alimentazione alternativa oltre a quella elettrica, destinata comunque a non essere realizzata.

Inizialmente, l'azionamento ibrido a 48 V sarà disponibile con la famiglia EA211 evo, cilindrata 1.0 e 1.5l e cambio a doppia frizione (DSG). La casa automobilistica tedesca estenderà gradualmente l'elettrificazione del sistema di trasmissione all'intera flotta. All'avvio, aumenta anche la coppia motrice tramite la funzione boost, garantendo così maggiore dinamica e comfort.

Vantaggi e risparmi Golf 8 ibrida

In ogni caso, l'ibrido leggero da 48 V su Golf 8 proposta in più versioni, offre una serie di utili funzioni di sistema. In modalità FMA (ruota libera, motore spento), il motore si spegne non appena il guidatore toglie il piede dall'acceleratore. L'auto continua quindi senza consumare carburante. Il motore è quasi impercettibile non appena viene riavviato.

Rispetto agli attuali ibridi plug-in, l'azionamento dotato della tecnologia 48 V offre una gamma ridotta di funzioni, ma è più conveniente. Mentre il Plug-in Hybrid carica la batteria tramite la rete con una spina, il MHEV non ha una batteria da ricaricare in questo modo, ma è dotato di un generatore di avviamento a cinghia 48 V. Come motore elettrico, questo supporta il motore a combustione al fine di aumentare la potenza motrice in base alla situazione, ad esempio durante l'accelerazione.

Nelle fasi di decelerazione e a differenza di quanto accade con i modelli tradizionali di Golf 7, il generatore converte l'energia cinetica del veicolo e carica la batteria con energia che altrimenti andrebbe persa. Questa combinazione offre a Volkswagen l'opportunità di elettrificare i propulsori convenzionali senza apportare grandi cambiamenti. A seconda dello stile di guida, il sistema a bordo della nuova Volkswagen Golf 8 può risparmiare circa 0,4 litri di carburante per 100 chilometri.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":


di Chiara Compagnucci pubblicato il