Hyundai Bayon: prova su strada e recensioni nuova auto

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Hyundai Bayon: prova su strada e recensi

Prova su strada Hyundai Bayon

Hyundai Bayon è ideale per la guida in città, in quanto è piccolo e maneggevole. Convince anche per gli interni spaziosi e confortevoli.

Hyundai Bayon è una delle ultime novità della gamma del marchio sudcoreano. Dettagli come le luci diurne separate dai fari principali o la forma affusolata del posteriore, con luci a forma di freccia unite da una striscia rossa, aggiungono carattere e personalità.

Il suo design è fluido, con qualche linea marcata che fa da contrasto. Approfondiamo meglio alcuni aspetti di questa auto e più precisamente.

  • Prova su strada Hyundai Bayon
  • Recensioni nuova Hyundai Bayon

Prova su strada Hyundai Bayon

Ci sono solo due motori sono nel catalogo di Hyundai Bayon, due unità a benzina. Un 1.2 quattro cilindri aspirato da 84 CV con cambio manuale a cinque marce, destinato solo alla finitura entry-level. E un 1.0 tre cilindri turbo da 100 CV con ibridazione leggera a 48V. Basato sulla versione da 120 CV della Kona, perde potenza ma migliora leggermente le sue prestazioni grazie ad un peso del veicolo più contenuto.

Bayon è ideale per la guida in città, in quanto piccola e maneggevole, Hyundai Bayon si distingue per una buona partenza, ma anche per viaggi più lunghi poiché è confortevole e agile. La motorizzazione micro-ibrida da 100 CV con cambio manuale di Hyundai Bayon risponde con disinvoltura alle esigenze della guida quotidiana. Ha un'accelerazione lineare ma vivace e recupera bene. La leva del cambio offre corse piuttosto brevi e dirette.

Il telaio neutro e rassicurante del Bayon, così come il suo corpo basso, assicurano di poter lasciare le città e prendere in prestito la rete secondaria con facilità. La sua posizione di guida più bassa gli permette di dimenticare di essere in un suv pur essendo leggermente più in alto rispetto alla strada.

Il quadro strumenti digitale di Hyundai Bayon funziona bene ed è personalizzabile. L'accessibilità è buona e l'abitabilità nei sedili posteriori è maggiore di quanto possa sembrare visto dall'esterno. La capacità del bagagliaio di 411 litri la colloca tra le migliori del segmento.

Recensioni nuova Hyundai Bayon

Gli interni di Hyundai Bayon prendono elementi estetici da altre auto, in particolare della i20. Ha lo stesso volante, lo stesso design del cruscotto, una console centrale molto simile e un ecosistema digitale identico, sebbene lo schermo in questo caso sia più piccolo. La disposizione dei comandi e la posizione di guida sono molto buone, con tutto vicino al guidatore e facile da usare.

Nonostante uno stile molto diverso da quello della Kona, i due modelli sono molto ravvicinati nelle dimensioni. Tuttavia, il Bayon è un po' più corto e stretto del Kona, con 2,5 cm in meno su queste due caratteristiche per una lunghezza totale di 4,18 m. È anche 7,5 cm più basso ma offre comunque un interno così ampio e un bagagliaio più interessante.

Sono disponibili 50 litri in più, oppure un volume di 411 litri che offre un pianale regolabile su due livelli e un ripiano posteriore rigido che può scorrere contro gli schienali della panca. La batteria del sistema micro-ibrido da 48V si trova sotto il pianale del bagagliaio e lascia un po' di spazio intorno per aumentare ulteriormente la capacità di carico.





Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: