Incentivi auto 2019 regole ufficiali. Data inizio, fino quando dura, tempi prenotazione auto

di Luigi Mannini pubblicato il
Incentivi auto 2019 regole ufficiali. Da

Incentivi auto 2019, ecco le regole ufficiali

Il programma di agevolazioni all'acquisto Ŕ in realtÓ triennale, considerando che rimarranno in vigore fino al 31 dicembre 2021 ma con risorse differenti.

Ancora pochi giorni di attesa prima dell'entrata in vigore dei nuovi incentivi auto 2019. Ai cittadini che scelgono di acquistare una vettura con basse emissioni è concessa un'agevolazione che, nel migliore dei casi, può arrivare fino a 6.000 euro. Ebbene, dalle regole ufficiali contenute nel decreto interministeriale sono saltati fuori alcune novità interessanti oltre alla data inizio e fino quando dura. Sono infatti indicati i tempi prenotazione auto ovvero viene fissato in cinque mesi il tempo per immatricolare l'auto scelta dal momento della prenotazione al concessionario. Sforato questo lasso di tempo, si perde il diritto al contributo. Confermato lo stop agli incentivi quando vengono superate le risorse stanziate, pari a 60 milioni di euro nel 2019. Nel caso in cui non venissero utilizzate tutte le risorse, la somma residua andrà a incrementare quella dell'anno successivo.

Incentivi auto 2019, ecco le regole ufficiali immatricolazioni, sconti, tempi massimi.

Il primo anno di applicazione degli incentivi auto è proprio questo del 2019. Date di inizio e fine sono 1 marzo e 31 dicembre 2019. Il programma di agevolazioni all'acquisto è in realtà triennale, considerando che rimarranno in vigore fino al 31 dicembre 2021. Nei due anni successivi il monte risorse sarà innalzato a 70 milioni di euro perché gli incentivi dureranno per l'anno pieno. In ogni caso ci penserà il Ministero dello Sviluppo Economico a monitorare andamento delle risorse e disponibilità dei finanziamenti e le informazioni saranno rese disponibili online. Il contributo sui veicoli acquistati è concesso solo per una spesa inferiore a 50.000 euro, Iva esclusa, ed è legato alle emissioni. L'importo può quindi aumentare in caso di rottamazione auto da Euro 1 a Euro 4 (non Euro 0). In questo caso concessionari devono fare demolire la vecchia auto entro 15 giorni dalla data di consegna della nuova vettura.

Sono agevolabili le auto destinate al trasporto di persone, aventi almeno quattro ruote e al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente, nuove di fabbrica a basse emissioni. Più precisamente:

  1. incentivo di 6.000 euro per auto nuova con emissioni di anidride carbonica tra 0 e 20 grammi per chilometro con rottamazione auto
  2. incentivo di 4.000 euro per auto nuova con emissioni di anidride carbonica tra 0 e 20 grammi per chilometro senza rottamazione auto
  3. incentivo di 2.500 euro per auto nuova con emissioni di anidride carbonica tra 21 e 70 grammi per chilometro con rottamazione auto
  4. incentivo di 1.500 euro per auto nuova con emissioni di anidride carbonica tra 21 e 70 grammi per chilometro senza rottamazione auto

A conti fatti, rientrano nell'incentivo le auto elettriche e auto ibride, ma non tutti i modelli. Il provvedimento di Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell'Economia e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti conferma l'ammissione delle imprese agli incentivi (il decreto precisa come siano agevolabili gli acquisti da parte di tutte le categorie di acquirenti) e la possibilità di fruire della detrazione con bonifico per le colonnine elettriche.

Da ricordare la lista ufficiale di auto ibride, metano, gpl che possono aderire agli incentivi. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: