L'auto del futuro come sarÓ? SarÓ un mix tra ufficio e casa

di Chiara Compagnucci pubblicato il

Servizi che trasformino il parabrezza in uno schermo multifunzionale, come il display di un cellulare. E il tutto con robuste dosi di intelligenza artificiale.

L'auto del futuro come sarÓ? SarÓ un mix

Come sarÓ l'auto del futuro

Considerarla un semplice mezzo per lo spostamento da un punto all'alto sarà riduttivo. Un po' come accade oggi con gli smartphone, utilizzati non solo per telefonare. L'auto del futuro sarà infatti una combinazione tra ufficio e casa, tra produttività e comodità. E non serve aspettare molto percé il processo di cambiamento (o di rivoluzione, sarebbe il caso di dire) è già in corso ed è destinato a travolgere il settore della mobilità.

Le coordinate seguite sono quelle dell'innovazione e della tecnologia in un contesto, quello dei mezzi di trasporto, da sempre molto ricettivo per ospitare cambiamenti. E il tutto con l'innalzamento del livello di sicurezza a bordo.

Come sarà l'auto del futuro

A scattare la fotografia dell'auto del futuro ci hanno pensato i ricercatori del Fraunhofer Institute for Industrial Engineering IAO in collaborazione con altri partner industriali. E il risultato è appunto sorprendente perché la vettura immaginata è quasi completamente autonoma ovvero in grado di muoversi liberamente sulle strade e dunque in grado di riconoscere ostacoli e imboccare le corrette deviazioni.

Da qui la possibilità di trasformare questo spazio in una sorta di ufficio o di nuova casa. In buona sostanza, tutti coloro che salgono a bordo sono passeggeri, senza distinzioni, come in fin dei conti accade adesso con il trasporto ferroviario.

Va da sé che la robotizzazione dell'auto permette l'adozione di nuove soluzione. Ad esempio, argomenta Sebastian Stegmuller, coordinatore della ricerca, si potrebbero immaginare servizi che trasformino il parabrezza in uno schermo multifunzionale, al pari del display di un cellulare. E il tutto innestando robuste dosi di intelligenza artificiale. Oppure, per i viaggi più lunghi, i passeggeri possono mettersi comodi e guardare un film. Una vera e propria svolta che secondo i ricercatori è più vicina di quanto si possa immaginare.

Basti pensare ai recenti test condotti con successo sulla guida autonoma oppure sulla digitalizzazione di strade e autostrade, anche in Italia. E l'arrivo del 5G dovrebbe rivelarsi decisivo per l'implementazione di questi sviluppi, come dimostrato dalle recenti sperimentazioni.

Auto più innovative e più sicure

L'attenzione è naturalmente anche sulla sicurezza delle auto con soluzioni moderne si affiancano e metodi tradizionali. Da una parte ci sarà ampio spazio per l'intelligenza artificiale, dall'altra saranno resi più accurati i crash-test. Anzi, come spiegato dai ricercatori del Fraunhofer Institute for Industrial Engineering IAO, i manichini sono progettati per simulare il comportamento del corpo umano quando coinvolto in un incidente stradale, ma con tecnologie capaci di riprodurre la postura del guidatore e di simulare l'irrigidimento dei muscoli negli istanti precedenti alla collisione.

E di conseguenza saranno rivisti anche gli attuali sistemi di sicurezza, come gli airbag e le stesse cinture, e potenziate le tecnologie di aiuto alla guida, già molto sviluppati in questa fase. Anche se calibrate per il conducente fisico.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":