Mazda CX-5 2019 prova su strada, test drive nuovo modello. Voto, commenti e recensioni

Il design del telaio di Mazda CX-5 esalta il comfort di guida e consente di sterzare agilmente, trasmettendo la sensazione di una guida fluida e potente.

Mazda CX-5 2019 prova su strada, test dr

Mazda CX-5, nuovo suv 2019


Rapporto qualità-prezzo evidente per Mazda CX-5 2019. La prova su strada racconta di un suv con molti punti di forza, come la trazione integrale a inserimento automatico e con il giunto a controllo attivo della coppia distribuisce nel posto giusto la quantità di Nm, massimizzando l'aderenza all'anteriore e sul posteriore. E se le recensioni sono positivi, i commenti si concentrano anche sui tanti aiuti elettronici alla guida, implementati per ridurre le possibilità di collisione su strada e rendere più facile la guida. A bordo della Mazda CX-5 2019 c'è che quasi tutti sono presenti di serie sulla versione di punta insieme ad alcuni optional che potrebbe fare gola, come il tetto apribile.

Mazda CX-5, nuovo suv 2019

Disponibile con i motori 2.0 benzina da 160 CV, 2.5 benzina da 192 CV, 2.2 diesel da 150 e 175 CV, secondo Al Volante Mazda CX-5 è un un suv comodo e ben insonorizzato, agile e facile da guidare. Il test drive riferisce di precisione nei tratti ricchi di curve, stabilità e buona tenuta di strada, soprattutto con il propulsori 2.2 a gasolio, da 150 e 184 CV. Il consiglio va però sulle turbodiesel con la variante da 150 cavalli in grado di assicurare la spinta che serve. I propulsori diesel inoltre sono dotati di doppia turbina che favorisce un elevato valore della coppia massima per godere doti di ripresa. Il CX-5 è disponibile con cambio manuale e automatico a 6 rapporti di ultima generazione. In entrambi i sistemi i cambi marcia sono rapidi e precisi e assicurano comfort di guida.

E se il design del telaio esalta il comfort di guida e consente di sterzare agilmente, trasmettendo la sensazione di una guida fluida e potente, il telaio offre tenuta di strada ed è abbinato ai montanti anteriori MacPherson e alla sospensione posteriore indipendente di tipo multi-link. Convincente anche la dotazione di serie tra autoradio, clima, cerchi lega, navigatore satellitare, fari Led, sensore luci, sensore pioggia, controllo automatico velocità, airbag laterali, airbag testa, frenata di emergenza, bluetooth, vetri elettrici posteriori, vetri elettrici anteriori, retrovisori ripiegabili elettrici, retrovisori elettrici, riconoscimento pedone. L'arricchimento completo di Mazda CX-5 2019 passa invece dagli optional cambio automatico, vernice metallizzata, fari adattativi, fendinebbia, sensori parcheggio, controllo adattivo velocità, avviso cambio corsia, riconoscimento segnali stradali e retrocamera, di serie a partire dalla versione Exceed.

Comfort a bordo di Mazda CX-5 2019

Motori raffinati, insonorizzazione curata, sedili ben imbottiti e confortevoli, divano posteriore suddiviso in tre parti con angolazione dello schienale regolabile a due stadi, dalla prova su strada emergono valutazioni positivi da parte dei magazine specializzati nel settore automotive. Il portellone posteriore, a comando elettrico, permette di scegliere l'altezza di apertura agendo sulla chiave-telecomando. Anteriore e posteriore, il sistema intelligente di frenata automatica in città aiuta a ridurre l'impatto di eventuali collisioni a bassa velocità con i veicoli che precedono così come anche i pedoni.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: