Mercedes elettriche: entro 20 anni solo modelli green

Le case automobilistiche tedesche stanno facendo il grande passo verso l'energia elettrica di fronte alle incombenti regole sulle emissioni nell'Unione europea.

Mercedes elettriche: entro 20 anni solo

Mercedes, addio auto a benzina e diesel

Il gigante tedesco delle auto Mercedes ha deciso: stop alla vendita di vettura alimentate tradizionalmente. Quelle con i motori a diesel e benzina per intenderci. Spazio solo ai modelli a zero emissioni. E a dimostrazione di come non si tratti di un annuncio generico, ha anche fissato un data ben precisa: il 2039. Entro 20 anni le sue auto saranno tutte green ovvero con l'azzeramento dell'impatto per l'atmosfera.

Si tratta di una svolta decisa che sorprende solo fino a un certo punto. Il mercato si sta orientando, un po' per convinzione un po' per necessità, verso una mobilità più sostenibile e la sfida per Mercedes è mantenere lo stesso livello di qualità in questo nuovo segmento di produzione.

Mercedes, addio alle auto a benzina e diesel

A illustrare la strategia che prevede la realizzazione di una flotta di auto a zero emissioni di anidride carbonica in 20 anni ci ha pensato Ola Kallenius, attuale capo della ricerca Mercedes, che succederà a Dieter Zetsche come presidente del gruppo Daimler già dalla prossima settimana. Per dirla con le parole del portavoce della casa automobilistica teutonica, tutti i modelli Mercedes saranno elettrici o ibridi entro due decenni.

E se l'obiettivo attuale è la mobilità elettrica a batteria, viene riconosciuto come ci siano comunque spazio e necessità di continuare a lavorare su altre soluzioni, ad esempio la cella a combustibile o eFuels. In fin dei conti, in termini di innovazione siamo all'avanguardia.

Il punto è che si tratta per forza di cose di un indirizzo di massima perché oggi nessuno sa con certezza quale mix di drivetrain servirà al meglio le esigenze degli automobilisti tra 20 anni. Detto in altri termini, questo di Mercedes è un vero e proprio richiamo al legislatore (anzi, ai legislatori di tutti i Paesi), a pianare la strada alla neutralità tecnologica. Come dire, loro fissano l'obiettivo, ma non i mezzi per raggiungerlo.

Nel ricordare che i carburanti sintetici prodotti con energie rinnovabili devono consentire alle auto ibride di funzionare senza emissioni di anidride carbonica, Daimler fa anche presente che queste soluzioni non sono ancora sul mercato.

Mercedes ECQ e non solo, verso nuove auto elettriche

Il primo chiaro segnale delle intenzioni è stata la realizzazione del suv elettrico Mercedes ECQ. Il crossover di medie dimensioni sta per raggiungere i mercati europei con un'autonomia fino a 417 km nell'ambito del ciclo di test WLTP in Europa. L'obiettivo è raggiungere una quota del 50% delle vendite di veicoli elettrici entro il 2030 con la promessa di rendere puliti gli impianti europei entro il 2022.

Le case automobilistiche tedesche stanno facendo il grande passo verso l'energia elettrica di fronte alle incombenti regole sulle emissioni nell'Unione europea a partire dal 2020, punite con pesanti sanzioni finanziarie in caso di violazione. Come si legge nel blog Ambition2039, Daimler vincolerà le spese di gestione agli obiettivi di sostenibilità come parte di una strategia per garantire che ogni seconda autovettura Mercedes-Benz venduta nel 2030 sia un veicolo ibrido plug-in o completamente elettrico.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il