Parcheggiare un auto, basta avere il cervello di un verme. Ecco l'esperimento.

Lo studio consente anche di capire più in profondità il funzionamento dei circuiti nervosi perché un circuito di 12 neuroni è evidentemente più semplice da analizzare.

Parcheggiare un auto, basta avere il cer

12 neuroni per parcheggiare un'automobile

Il sistema di intelligenza artificiale è ispirato al cervello di un verme. Perché questa premessa? Perché sono 12 i neuroni che servono per parcheggiare un'automobile. L'esperimento condotto dall'Università della Tecnologia di Vienna in collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology parla chiaro: per manovrare e posteggiare una piccola auto robot basta un piccolo circuito nervoso artificiale. E per dimostrarlo i ricercatori hanno preso ispirazione dal quello del Caenorhabditis elegans. Si tratta di un nome che certamente fornisce poche indicazioni, ma nei fatti si tratta del verme più studiato dai genetisti. Il più famoso, insomma.

12 neuroni per parcheggiare un'automobile

Gli studiosi hanno allora simulato su un computer e allenato un piccolo circuito nervoso. La conclusione di questo studio, di cui è stato realizzato un video, è anche un'altra: le forme di intelligenza artificiale basate su architetture più simili a quelle del cervello possono essere molto più efficienti di quanto si possa immaginare. Non solo, ma questo studio consente anche di capire più in profondità il funzionamento dei circuiti nervosi perché un circuito di 12 neuroni è evidentemente più semplice da analizzare. A fare la differenza non è la piccola dimensione, ma la sua potenza elevata. Per il ricercatore Ramin Hasani è tutto chiaro: la rete neurale funziona sia in ambienti simulati sia reali.

La rete neurale funziona sia in ambienti simulati sia reali

La rete neurale è stata utilizzata per controllare una piccola auto robot. Come fatto notare da Mathias Lechner, uno degli autori dello studio presentato alla conferenza TEDx a Vienna, hanno riprogrammato il circuito neurale del sistema nervoso del verme C. elegans che controlla il suo movimento e 12 neuroni sono stati sufficienti per eseguire con successo compiti complessi e per nulla ripetitivi ovvero da adeguare a contesti sempre diversi, come appunto manovrare una piccola auto robot lungo un percorso predefinito e parcheggiarla senza errori.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il