Risparmiare almeno 80 euro per la nostra auto nei viaggi. Ecco come fare davvero

di Chiara Compagnucci pubblicato il

La giusta pressione dei pneumatici d'estate e di inverno significa meno carburante, gomme più longeve, meno rischi di scoppio e migliore presa del volante.

Risparmiare almeno 80 euro per la nostra

Risparmiare almeno 80 euro con l'auto

Il risparmio riesce a raggiungere la cifra record di 80 euro. Senza considerare la maggiore sicurezza per sé e i passeggeri. Se c'è un aspetto da non trascurare è quello dei pneumatici. Sotto tutti i punti di vista, dal corretto gonfiaggio ovvero dalla giusta pressione d'estate e di inverno, alla loro integrità fino ad arrivare alla profondità del battistrada.

Non dimentichiamo che si tratta del solo elemento di contatto tra l'auto e la strada. Ma quanti avrebbero immaginato che l'utilizzo corretto ed la buona manutenzione sono elementi fondamentali per garantire la sicurezza, aumentare la durata della vita delle gomme e risparmiare un bel po' denaro.

Gomme, giusta pressione d'estate e di inverno per risparmiare

I concetti di fondo sono chiari: la giusta pressione dei pneumatici d'estate e di inverno significa meno carburante, gomme più longeve, meno rischi di scoppio e migliore presa del volante. Secondo una recente ricerca di Federpneus, rispettare il corretto gonfiaggio delle gomme permette di risparmiare circa 80 euro in anno. Esiste infatti una relazione molto stretta tra la pressione delle gomme auto e i consumi.

Se la prima pressione è troppo bassa, la resistenza è maggiore e di conseguenza aumentare il consumo del carburante. Meno aria c'è nei pneumatici e tanto maggiore è infatti la superficie di attrito sulla strada, provocando un maggior consumo di energia e dunque di benzina o diesel.

I consigli sono di leggete la pressione consigliata nel manuale d'uso o sul tappo del serbatoio, controllare la pressione dei pneumatici ogni mese (a pneumatici freddi sempre prima di partire per lunghi viaggi) e verificare con regolarità anche la pressione della ruota di scorta. Il tutto senza dimenticare che le gomme sgonfie reagiscono in maniera poco affidabile in caso di Le manovre di frenata o brusco cambiamento di direzione. Ogni stagione ha poi la sua mescola adatta.

Il disegno battistrada dei pneumatici estivi è ottimizzato per garantire la miglior maneggevolezza e trazione durante la stagione calda. Il consumo di carburante è maggiore se in estate si utilizzano pneumatici invernali. Le mescole battistrada dei pneumatici estivi hanno infatti una resistenza di rotolamento inferiore che si traduce in risparmio di carburante. A temperature basse, le mescole dei pneumatici invernali (chiamati anche da neve, termici o lamellari, e identificati dalla marcatura M + S sul fianco) riducono gli spazi di frenata e garantiscono maggiori livelli di sicurezza e di comfort.

Integrità e spessore battistrada pneumatici

Buona norma è anche il controllo dell'integrità delle gomme perché urti contro marciapiedi o buche possono provocare danni che potrebbero non essere sempre immediatamente visibili. E se sono strutturali devono essere sostituiti. Per quanto riguarda la profondità del battistrada dei pneumatici, deve essere di almeno il limite legale di utilizzo ovvero di 1,6 mm. Anche in questo caso c'è di mezzo la sicurezza perché le prestazioni su strada bagnata diminuiscono infatti in relazione allo spessore residuo del battistrada.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":