Seat Tarraco e-Hybrid: prova su strada e recensioni nuova ibrida con grande dotazione di serie

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Seat Tarraco e-Hybrid: prova su strada e

Recensione nuova auto ibrida Seat Tarraco

Seat Tarraco e-Hybrid è esclusivamente una cinque posti. La batteria, a causa del suo peso elevato, si trova all'interno del passo dell'auto.

Seat Tarraco non è l'ibrido plug-in più conveniente sul mercato, ma in cambio offre una dotazione di serie molto completa.

Include sedili anteriori sportivi, fari a Led, frenata di emergenza automatica e cruise control attivo, mantenimento della corsia attivo, rilevamento dell'angolo cieco del veicolo, avviso di traffico trasversale posteriore con frenata automatica, climatizzatore a tre zone con comandi, accesso senza chiavi, assistenza al parcheggio, telecamere a 360 gradi e servizi connessi Seat Connect. Approfondiamo meglio:

  • Prova su strada Seat Tarraco

  • Recensione nuova auto ibrida Seat Tarraco

Prova su strada Seat Tarraco

A livello tecnico, Seat Tarraco e-Hybrid eredita dallo stesso sistema ibrido del resto dei modelli PHEV del gruppo. Ovvero un 1.4 TSI benzina a 4 cilindri da 150 CV coadiuvato da un motore elettrico da 85 kW (116 CV) e da una batteria da 13 kWh con una capacità utile di 10,4 kWh ricaricabile tramite rete.

La potenza combinata è di 245 CV e la coppia combinata sale a 350 Nm. L'unico cambio disponibile è il DSG a doppia frizione a 6 rapporti. Seat annuncia un consumo di benzina omologato di 1,8 litri per 100 chilometri e un'autonomia elettrica di 49 chilometri.

La presenza di un sistema ibrido plug-in incide sul peso. Un Tarraco 1.5 TSI Evo con cambio DSG 7 e la stessa finitura FR pesa 1.656 kg. L'intero sistema e-Hybrid porta ad aggiungere 212 kg all'auto, in questo caso.

Tarraco e-Hybrid è stata la prima della gamma a equipaggiare il nuovo touchscreen multimediale.

Leggermente più grande (9,2 pollici invece di 8 pollici) ospita il sistema di navigazione e infotainment, wireless, con controllo vocale e compatibile con Apple CarPlay, Android Auto e Full Link. Per sfruttare un ibrido plug-in bisogna ricaricare spesso, più che con uno elettrico. È l'unico modo per ridurre i consumi, anche se non utilizziamo l'auto in modalità elettrica.

Nello specifico, nel caso della Tarraco e-Hybrid, il consumo reale è di 9,8 litri per 100 chilometri. Tuttavia, con la batteria carica e utilizzando solo la modalità Hybrid, i consumi possono scendere fino a 8 litri per 100 chilometri con una batteria che poi impiega fino a 80 chilometri per scaricarsi.

Recensione nuova auto ibrida Seat Tarraco

Seat Tarraco e-Hybrid è esclusivamente una cinque posti. La batteria, a causa del suo peso elevato, si trova all'interno del passo dell'auto dove normalmente andrebbe il serbatoio del carburante.

Con un caricabatterie di bordo che accetta una potenza massima di 3,6 kW (3h40 per ricaricare la batteria al 100% da zero) questa e-Hybrid vede le sue possibilità di ricarica limitate alle prese domestiche e poco altro. Non è possibile usufruire delle colonnine di ricarica pubbliche da 7,4 kW o 11 kW.

Negli ambienti urbani e con la batteria carica, la Tarraco si comporta come un'auto elettrica al 100%, combinando vivacità in città e discrezione acustica in autostrada, oltre a un'accelerazione più fluida su strade veloci.

Una volta scaricata la batteria, questo suv funziona come un ibrido tradizionale. Il motore a scoppio subentra dai 20 chilometri orari senza alterare la scorrevolezza di guida e senza perdere il controllo in termini di consumi.





Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: