Skoda Octavia: perché conviene comprare o no. Pregi e difetti

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Skoda Octavia: perché conviene comprare

Perché conviene comprare Skoda Octavia

Skoda non è un produttore eccentrico. Per il rinnovo della sua berlina è rimasto fedele alle sue abitudini con un design conservativo.

Skoda Octavia è passata alla quarta generazione. Sempre altrettanto spaziosa e continuando a privilegiare gli aspetti smart, Skoda tende anche ad avvicinare i suoi prezzi a quelli della concorrenza.

Con un'ampia gamma di motori, privilegia le versioni elettrificate con diversi motori ibridi plug-in, ma anche l'ibridazione leggera più accessibile. Il più accessibile di questi è il 1.0 TSI 110 m-. Approfondiamo in questo articolo:

  • Perché conviene comprare Skoda Octavia

  • Pregi e difetti Skoda Octavia

Perché conviene comprare Skoda Octavia

Skoda non è un produttore eccentrico. Per il rinnovo della sua berlina è rimasta fedele alle sue abitudini con un design conservativo. Ma questa Octavia è comunque piacevole da guardare. Come il resto dei modelli del gruppo, adotta linee tese e marcate, come questa piega della carrozzeria che va dall'ottica anteriore alle luci posteriori o alla borchia sul cofano.

Il frontale si distingue per la grande griglia che è più aggressiva rispetto al passato fino al punto di collegare tra loro i fari. Si distingue per le sue luci in due parti che adottano l'illuminazione a Led per una maggiore modernità. Octavia ha sempre offerto un'abitabilità degna del segmento superiore. Con la sua piattaforma MQB, beneficia di un passo di 2,67 metri. In questo modo lo spazio per le gambe più generoso per gli occupanti del sedile posteriore.

Se far salire i passeggeri non è un problema, portare a bordo i bagagli di tutti non è più problematico. L'ampio portellone si apre su una capiente stiva da 600 litri, facile da caricare nonostante una soglia di carico un po' troppo alta.

Nella parte anteriore di Skoda Octavia si nota l'elegante volante a due razze, dietro il quale si trova il digital cockpit. La plancia è ben disegnata e riprende la forma della calandra con un gancio sotto il touchscreen. Quest'ultimo, con una dimensione di 8,25 pollici, è facile da usare grazie alla sua buona reattività e ai suoi tasti di scelta rapida sui lati.

Sono presenti anche pulsanti fisici per la gestione dell'aria condizionata, molto pratici nella vita di tutti i giorni, sebbene l'impostazione della temperatura rimanga affiliata al touchscreen.

Pregi e difetti Skoda Octavia

Versione accesso alla gamma Octavia, il motore 1.0 TSI da 110 CV è qui equipaggiato con la trasmissione a doppia frizione DSG7 che le consente di beneficiare di 48 V micro-ibridazione. Con una coppia di 200 Nm a partire da 2000 giri, è sufficiente per trainare la grande berlina. Soprattutto perché la trasmissione automatica è abbastanza reattiva da mantenere l'unità a benzina nella sua buona gamma di utilizzo nonostante rapporti piuttosto lunghi.

Passando alla quarta generazione, Skoda Octavia ha sfruttato i suoi punti di forza come interni più spaziosi, un bagagliaio gigantesco e un buon rapporto tra prezzo ed equipaggiamento.

Quotidianamente l'ibridazione della luce si fa sentire soprattutto in città con un gradito impulso durante le ripartenze ai semafori. Inoltre interrompe il motore quando non in uso e quando la frenatura a bassa velocità . A velocità stabilizzata, il tre cilindri sa essere discreto grazie alla sua buona insonorizzazione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: