Ue, sanzione penale per chi manomette contachilometri. Le regole

In Italia su circa 2.500.000 automobili di seconda mano all'anno vendute si stimano manomissioni nel 50% dei casi nel periodo compreso tra il 2011 e il 2013. SI tratterebbe di reato penale

Ue, sanzione penale per chi manomette co

Sanzione penale per chi manomette contachilometri


L'intervento è nell'aria perché l'Unione europea intende usare il pugno duro nei confronti di chi manomette il contachilometri dell'auto. E per farlo affianca alle sanzioni pecuniarie quelle penali. (reato penale) Siamo ancora nella fase preliminare, intendiamoci, ma stando alla risoluzione votata favorevolmente dagli eurodeputati c'è tutta l'intenzione ad andare avanti fino in fondo. L'obiettivo di punire chi imbroglia è però la conseguenza del tentativo di offrire maggiori garanzie per agli acquirenti di auto usate. Troppo spesso si muovono infatti nell'incertezza ovvero non hanno la sufficiente tranquillità della bontà dell'acquisto e devono affidarsi alla presunta buona fede del venditore.

Via libera alla risoluzione sulle sanzioni penali

Ebbene in 577 hanno detto sì, in 32 no e in 19 si sono astenuto rispetto alla proposta di sanzioni penali per chi manomette i contachilometri delle auto ovvero alle nuove regole per verificare l'accuratezza della lettura del contachilometri indipendentemente dal Paese dell'Unione europea in cui era precedentemente registrata. Significa che nell'arco di un anno potrebbe essere introdotta questa novità. La prima disposizione prevede allora l'obbligo di registrazione dei chilometri a ogni controllo tecnico periodico, a ogni ispezione, servizio, operazione di manutenzione e riparazione effettuata e a ogni altra visita di officina, a partire dalla prima immatricolazione del veicolo. Ci sono alcuni precedenti - in Olanda e in Belgio, ad esempio - che fanno ben sperare perché hanno di fatto cancellato i raggiri ai danni degli automobilisti compratori.

In seconda battuta si spinge sul monitoraggio del modo in cui i produttori attuano le strategie di protezione dalle manomissioni richieste dalle attuali norme europee e di stabilire criteri chiari per controllare efficacemente che gli odometri per la misura della distanza percorsa, siano a prova di manomissione. E a saldare queste regole c'è la richiesta di introdurre il reato di manipolazione del contachilometri sia in ottica di protezione dei compratori e sia - particolare tenuto in alta considerazione in Europa - sia di limitare i rischi per la sicurezza stradale. Un veicolo più usurato e con più percorrenza di chilometri alle spalle ha teoricamente maggiori probabilità di andare incontro a malfunzionamenti anche durante la guida.

Tempi di approvazione delle nuove regole

In ogni caso, come premesso, siamo ancora alle battute iniziali perché il via libera è stato dato solo alla risoluzione d'iniziativa legislativa da parte del parlamento europeo. Il passo successivo è la presentazione (o meno) da parte della Commissione europea di una proposta legislativa. E se (dati contenuti nella relazione), circa il 5-12% delle auto usate vendute all'interno dei Paesi dell'Unione europea e il 30-50% di quelle vendute oltre confine sono state manomesse, in Italia su circa 2.500.000 automobili di seconda mano all'anno vendute si stimano manomissioni nel 50% dei casi nel periodo compreso tra il 2011 e il 2013.