Volkswagen ID, al prezzo di una Golf 7 diesel al via la rivoluzione elettrica

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Volkswagen ID, al prezzo di una Golf 7 d

Volkswagen ha le idee chiare e sta per lanciare una vera rivoluzione elettrica

Il grimaldello utilizzato da Volkswagen per dare il via ad una vera rivoluzione elettrica sarà la gamma ID il cui prezzo secondo le indicazioni dovrebbero essere in linea con quello di una Golf diesel

Il futuro per Volkswagen ha i lineamenti chiari e ineluttabili che possono essere riassunti in una sola parola: elettrico. La casa automobilistica tedesca ha fatto sapere di recente che la strada su cui si è avviata, che a livello generale sta vivendo una fase entusiasmante grazie alla crescita esponenziale che ha permesso nel 2017 il superamento del 60 per cento a livello globale dei veicoli elettrici, sarà la bussola che guiderà anche nel prossimo futuro. Ovvero, le auto elettriche non dovranno essere un prodotto pensato per essere venduto a una nicchia di persone. Ma dovranno conquistarsi piano piano fette sempre più importanti del mercato mondiale. E per assolvere a questa missione, e quindi allargare quanto più possibile la platea dei potenziali acquirenti verrà sfruttata la nova piattaforma MEB, le nuove batterie e i nuovi sistemi di ricarica. Il grimaldello che verrà utilizzato da Volkswagen sarà la gamma ID il cui prezzo, secondo le prime indicazioni dovrebbero essere in linea con quello di una Golf diesel. E darà il via alla rivoluzione elettrica.

Volkswagen ID al via la rivoluzione elettrica

Nel 2019, dunque la Volkswagen aprirà ufficialmente i pre-ordini per la prima utilitaria dalle gamma ID. Al via dunque la rivoluzione elettrica che dal nome omonimo, a cui si aggiungeranno quattro modelli, ID. Crozz nel 2020 e ID. Buzz e ID. Vizzion 2022. Una rivoluzione che passa per la parola chiave MEB, ovvero Modular Electric Drive Kit la piattaforma che sostituirà la MQB rivelatasi una soluzione funzionale, ma poco efficiente visto che è nata per le vetture alimentata dai carburanti tradizionali e che per quelle elettriche ha dimostrato di non essere all’altezza. La rivoluzione elettrica della Volkswagen passa anche per la collocazione delle batterie cha sono posizionate direttamente al centro del pianale, occupando meno spazio, abbassando il baricentro e consentendo una distribuzione ottimale dei pesi. Per realizzare questa rivoluzione elettrica saranno ovviamente necessari investimenti ed infrastrutture.

Si dovranno costruire colonnine compatibili visto che la gamma ID supporta la ricarica fino a 125 kW. A questo ci penserà la joint venture formata da Volkswagen, BMW, Daimler e Ford che realizzerà 400 punti di ricarica da 125 kW distribuiti lungo la rete autostradale europea. Volkswagen ha anche mostrato alcune simulazioni dei viaggi con queste vetture ed è chiaro che anche alcune abitudini degli automobilisti andranno aggiornate alla luce delle performance di questi veicoli.

Volkswagen ID al prezzo di una Golf diesel

La Volkswagen produrrà dunque la gamma ID disponibile, stando alle previsioni, a prezzi in linea con una Golf diesel, ma anche wallbox per la ricarica domestica, con prezzi tutto sommato abbordabili che partiranno da trecento euro per il modello da 11 kW a corrente alternata, con disponibilità, in futuro, anche di una variante da 22 kW a corrente continua. Oltre a ricaricare la vettura, questa soluzione darà l’opportunità anche di reimmettere energia nella rete elettrica, un altro tassello verso un ecosistema che va ben oltre il mercato dell'automobilismo, e che riguarda diversi settori industriali e dei servizi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: