Volvo lancia M, il futuro dell'auto

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Volvo lancia M, il futuro dell'auto

M per il car sharing online

Nella prima fase il progetto di car sharing online sarÓ lanciato negli Stati Uniti, oltre che nella nativa Svezia. L'appuntamento Ŕ dalla primavera del 2019.

Anche i grandi produttori di auto si adattano al rapido mutamento dei tempi e vanno alla ricerca di nuovi canali di business. Come Volvo, ad esempio, che in un periodo in cui non si fa altro che parlare di vetture elettriche e di guida autonoma, intende bruciare le tappe per diventare anche un servizio di car sharing online. Un scelta lungimirante considerando le nuove esigenze di un mercato in cui gli spostamenti per lavoro o per diletto sono in numero considerevolmente più alto rispetto al passato e in cui il concetto di possesso di auto è sempre più affiancato da quello di accesso. Ecco allora che la casa svedese decide di giocare le sue carte, porsi come fornitore di mobilità on demand, e creare il brand M.

M per il car sharing online

Dal punto di vista tecnico, allo sviluppo della piattaforma ci penserà la società di car sharing Sunfleet, di proprietà Volvo, attiva in Svezia con una flotta di 1.700 vetture e mezzo milione di noleggi all'anno. Per quanto riguarda le tempistiche, la volontà è quella di procedere per gradi. Significa che nella prima fase il progetto sarà lanciato nello strategico mercato degli Stati Uniti, oltre che nella nativa Svezia. L'appuntamento è dalla primavera del 2019. In realtà, già in autunno sarà dato il via a un sperimentazione pilota a Stoccolma. Poi, in base al riscontro ottenuto e ai necessari aggiustamenti in termini di gestione del servizio, è in programma l'allargamento anche altrove, Italia inclusa.

C'è poco da meravigliarsi, considerando che Volvo si è mossa con largo anticipo nel campo della mobilità alternativa con la app Care by Volvo e programmi di abbonamenti mensili all inclusive per alcune delle sue vetture di punta. Come spiegato da Bodil Eriksson, CEO di Volvo Car Mobility, - ben cosciente che i consumatori nei centri urbani stanno rivedendo il tradizionale concetto di possesso di una vettura - con il progetto M la società scandinava mette sul piatto un'offerta Premium come alternativa ai servizi di car sharing a basso costo. Ma con la garanzia e l'affidabilità del marchio.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: