Volvo XC40 Recharge plug-in hybrid: prezzi, versioni, motori, consumi, dimensioni nuovo modello suv 2021

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Volvo XC40 Recharge plug-in hybrid: prez

Dimensioni, motori e consumi Volvo XC40 Recharge

Volvo XC40 Recharge non presenta quasi nessun nuovo aspetto di design esterno differente rispetto alle versioni termica e ibrida plug-in.

Volvo XC40 Recharge è il suv compatto 100% elettrico del marchio svedese. Recharge è l'etichetta che Volvo usa per le sue auto elettrificate, siano esse ibride plug-in o puramente elettriche.

Se nel 2017 Volvo ha detto addio al diesel e nel 2019 ha convertito tutta la sua gamma in un ibrido plug-in, oggi ha già una dozzina di versioni ibride plug-in, più due puramente elettriche all'avanguardia di uno schieramento che fino al 2025 aggiungerà un'auto all'anno, fino a raggiungere un'autonomia completamente elettrica nel 2030. Approfondiamo meglio:

  • Dimensioni, motori e consumi Volvo XC40 Recharge plug-in hybrid
  • Volvo XC40 Recharge plug-in hybrid: versioni e prezzo

Dimensioni, motori e consumi Volvo XC40 Recharge plug-in hybrid

Volvo XC40 Recharge utilizza la piattaforma CMA, che eredita tecnologie collaudate nella piattaforma SPA, tipiche dei modelli superiori, per proporre una nuova generazione di auto.

Si tratta di un suv di 4,43 metri la cui tara è di 2.188 kg ovvero 625 in più rispetto alla versione a benzina. Nel bagagliaio posteriore troviamo uno spazio di 413 litri, questa volta senza i 39 litri aggiuntivi che le altre versioni hanno sotto il pianale, come doppio fondo. E parlando di specificità elettriche, aprendo il cofano anteriore troviamo un bagagliaio anteriore con 31 litri in più.

All'interno troviamo uno spazio composto da superfici pulite, con uno schermo da 9 pollici che fa da supporto principale per il sistema di infotainment. Come elementi specifici della versione elettrica abbiamo i sedili e il volante riscaldati e il caricabatterie wireless per il cellulare. La XC40 Recharge introduce un quadro strumenti da 12,3 pollici dove le informazioni vengono visualizzate in tre modalità selezionabili dal volante.

Ad alimentarla ci pensano due motori elettrici da 150 kW che spingono un asse ciascuno. Dal punto di vista prestazionale, per lo 0-100 chilometri orari servono 4,9 secondi. La batteria che monta la Volvo XC40 Recharge elettrica ha una capacità nominale di 78 kWh, che regala 418 km di autonomia in ciclo misto, con il carico al 100%. Secondo il simulatore di autonomia che Volvo mostra sul suo sito web, la batteria all'80% darebbe per circa 334 chilometri, e al 20% darebbe per circa 84 chilometri.

Volvo XC40 Recharge plug-in hybrid: versioni e prezzo

Volvo è stato il primo marchio a stringere un accordo con Google per utilizzare molte delle risorse del gigante tecnologico. Ed è per questo che integra Google Maps, Google Assistant e Google Play come parte della sua dotazione standard, ed è in grado di avvisare il guidatore quando la batteria inizia a scaricarsi troppo, cercando automaticamente i punti di ricarica più vicini.

Volvo XC40 Recharge non presenta quasi nessun differente design esterno rispetto alle versioni termiche e ibride plug-in. Il frontale coperto rivela che siamo di fronte a un'auto elettrica, riducendo la griglia alla minima espressione, e vediamo anche lo stemma Recharge sul montante C, nella parte posteriore e già sui battitacco. Nonostante siano disponibili 7 colori per la carrozzeria, il tetto è sempre nero.

Si tratta di un elemento di serie, come i cerchi da 19 pollici metri quelli da 20 pollici sono opzionali. In entrambi i casi il design è specifico per la versione elettrica. La XC40 elettrica è dotata di una nuova gabbia di sicurezza deformabile per la batteria, che protegge gli occupanti in caso di collisione. La posizione dei motori è stata accuratamente studiata per ridurre al minimo i danni agli occupanti. Si acquisterà solo online al prezzo di circa 63.000 euro.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: