Patente di guida, esame troppo difficile per gli italiani. Ecco cosa accade

Attualmente il 95% degli italiani ha la patente, ma in media viene bocciato il 20,4% delle donne e il 15% degli uomini.

Patente di guida, esame troppo difficile

Esame di guida: un disastro


I numeri non mentono e sono oltre 6 milioni gli italiani tra i 18 e i 74 anni che hanno ripetuto almeno una volta l'esame di guida. Anzi, entrando nel dettaglio, è successo che 3.460.000 di persone hanno ammesso di aver fallito la prova su strada almeno una volta, 2.900.000 hanno ripetuto i quiz teorici mentre 216.000 persone hanno ripetuto tutte e due le prove almeno una volta. Insomma, un vero e proprio disastro quello che facile.it, portale di ricerca e di comparazione di tariffe, ha portato alla luce. E per cercare di scattare una fotografia ancora più precisa di cosa avviene in Italia, ha anche proceduto a esaminare i dati sulla base delle differenza di genere e della provenienza territoriale.

Esame di guida: un disastro

Viene allora fuori che sono le donne a fallire con maggiore frequenza le prove degli esami di guida. Più precisamente, le ripetenti sono il 20,4% rispetto al 15% degli uomini. Sorprende come in entrambi i casi la percentuale di ripetizione dell'esame sia piuttosto alta (64,7% per gli uomini, 67,2% per le donne). La differenza resta a svantaggio delle donne anche in questo caso ovvero quando aumenta il numero di volte in cui si è dovuta sostenere la prova, ma la forbice si assottiglia. Per tutti - anche in questo caso con una certa sorpresa - il momento più temuto è l'esame pratico mentre i quiz scritti, sia da privatista e sia direttamente in Motorizzazione, fanno meno paura.

E c'è anche chi ha ripetuto l'esame più di tre volte

Perché poi ci sono quelli per cui la conquista di una patente è un traguardo raggiunto con una fatica oltre misura, quasi che avessero affrontato un'odissea. L'indagine rivela come i recidivi ovvero coloro che si sono presentati 3 volte, sono 505.000 mentre chi ha strappato il fatidico sì dopo più di tre tentativi sono 36.000. La quota maggiore di ripetenti si trova poi nel Centro Italia (20,8%) rispetto al Nord Ovest (19,3%) e dal Nord Est (16,8%). Percentuali inferiori al Sud. A chiudere la dettagliata analisi c'è poi l'approfondimento sullo stato sociale. E anche in questo caso l'identikit sembra essere ben preciso tra i più diligenti e quelli invece per cui poter circolare sulle strade si è rivelato molto faticoso.

Dai dati diffusi dal portale web emerge come l'essere single o sposati fa la sua bella differenza nel conseguimento o mento nell'esame di guida. Tra i non accoppiati ha dovuto ripetere l'esame il 16,6% dei patentati, mentre chi fa parte di una famiglia è maggiormente soggetto a sbagliare. Più esattamente, i ripetenti (almeno una volta) salgono fino al 22,6%.