Revisione auto 2020, come funziona. Leggi in vigore attualmente

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Revisione auto 2020, come funziona. Legg

Come funziona revisione auto 2020

Il primo aspetto a cui prestare attenzione quando si parla di revisione auto è quello relativo alle scadenze perché è una delle cause di seri problemi.

C'è un appuntamento che i proprietari di un'auto non possono mai saltare ed è quello con la revisione dell'auto. Poco importa il modello o l'anno di immatricolazione, ma con una periodicità rinnovata anche per il 2020, il veicolo deve essere sottoposto a un controllo minuzioso.

Che va ben al di là da quello superficiale limitato alle parti visibili. La verifica è infatti completa e riguarda tutte le parti con particolare attenzione ad alcuni aspetti cruciali, come le condizioni di sicurezza per la circolazione, il livello delle emissioni inquinanti e la silenziosità generale.

A occuparsene sono naturalmente i tecnici specializzati che passano al setaccio assi, freni, telaio, visibilità, gas di scappamento, pneumatici, sterzo e rumori, a iniziare dai dati di identificazione del veicolo sottoposto a revisione. Vediamo in questo articolo

  • Come funziona revisione auto 2020
  • Leggi adesso in vigore revisione auto 2020

Come funziona revisione auto 2020

Il primo aspetto a cui prestare attenzione quando si parla di revisione auto è quello relativo alle scadenze da rispettare perché è una delle cause in grado di provocare seri problemi all'automobilistica inadempiente. La prima revisione va effettuata a distanza di quattro anni dalla prima immatricolazione.

A seguire occorre far controllare il veicolo ogni due anni. Più precisamente, occorre effettuarla entro il mese in cui il veicolo è stato immatricolato. Dove andare? La possibilità è duplice: in una officina autorizzata e dunque legata al marchio della propria auto.

Oppure a un ufficio del Dipartimento dei trasporti terrestri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Non cambia il tipo di controllo poiché le verifiche tecniche sono comuni, ma per il possessore dell'auto variano i costi della revisione auto e, sulla base della quantità di veicoli da revisionare, anche i tempi della prenotazione e del controllo.

In ogni caso, il riferimento va alla cosiddetta revisione generale, quella cioè che riguarda le auto che, nell'anno dei controlli, è stata già sottoposta a verifiche per l'accertamento dei requisiti di idoneità alla circolazione ovvero per l'aggiornamento della carta di circolazione o per la cosiddetta revisione straordinaria.

In questo caso sono infatti esclusi, altrimenti devono obbligatoriamente sottoporsi tutti i veicoli a motore circolanti e senza che all'approssimarsi della scadenza arrivi una comunicazione. In pratica è lo stesso automobilista che deve ricordarsi di effettuare questo passaggio in una officina autorizzata a un ufficio del Dipartimento dei trasporti terrestri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Nonostante i cambiamenti apportati con il nuovo certificato di revisione auto, le date le modalità da rispettare non sono affatto cambiate.

Occorre quindi tenere conto dei casi particolari di revisione auto 2020, e sotto due punti di vista. Innanzitutto quello relativo alla tolleranza e ai margini di tempo se si fa in ritardo. A differenza di quanto accade in altri settori, come quello assicurativo, dal giorno successivo alla scadenza dei termini per effettuare la revisione, il veicolo non può circolare. Il divieto è tassativo.

Il secondo caso particolare è quello delle auto d'epoca per cui è prevista una revisione quinquennale per verificare se il veicolo può regolarmente essere essere iscritto nella lista dedicata del Dipartimento dei trasporti terrestri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. A essere precisi, esiste anche il caso dei veicoli d'interesse storico o collezionistico, per cui si considera la loro specificità, anche se andrebbero sottoposti a una procedura di revisione standard.

Leggi adesso in vigore revisione auto 2020

Sulla base delle disposizioni in vigore, le parti dell'auto che devono essere obbligatoriamente sottoposte ad attento controllo e solo dopo l'accertamento del loro corretto funzionamento è possibile dare il via libera sono l'identificazione del veicolo (targa, telaio). l'impianto elettrico (proiettori, luci, indicatori) e dispositivi di frenatura (freno a mano, di servizio).

E ancora: gli effetti nocivi (rumori, gas di scarico) e lo sterzo (cuscinetti, fissaggio, stato meccanico). Oggetto della minuziosa revisione auto in una officina autorizzata e dunque legata al marchio della propria auto oppure a un ufficio del Dipartimento dei trasporti terrestri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sono il telaio (carrozzeria, porte, serrature, serbatoio) e la visibilità (vetri, specchietti, lavavetri).

Infine, ai raggi X sono passati anche tutti gli altri equipaggiamenti utili, come l'avvisatore acustico e le cinture anteriori e posteriori.

A chiudere questa panoramica sulla normativa 2020 sulla revisione auto ci sono le multe per chi non è in regola. Ebbene, la sanzione varia da 155 e 625 euro, a a cui si aggiunge il fermo amministrativo del veicolo in caso di controllo sull'autostrada.

Se l'auto è stata sospesa perché senza revisione e il possessore insiste a metterla su strada, ecco che la cifra da pagare schizza tra 1.842 e 7.369 euro, oltre al fermo amministrativo per 90 giorni. In caso di reiterata violazione si arriva alla inevitabile confisca del mezzo.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: