Affitto che ti puoi permettere in base a quanto vale il tuo stipendio

Non è proprio un caso che nelle grandi città come Milano, Firenze e Roma, i lavoratori stiano sperimentando forme di condivisione degli spazi.

Affitto che ti puoi permettere in base a

Affitto che ti puoi permettere


Dai 33 metri quadrati di Milano agli 82 di Catanzaro: è lo spazio degli appartamenti che gli italiani possono affittare con uno stipendio lordo di 2.500 euro al mese ovvero circa 30.000 euro all'anno. Secondo uno studio del portale di settore immobiliare.it, le spese da destinare all'alloggio non dovrebbero superare il 28% delle entrate. Naturalmente ci sono anche le eccezione che tengono conto di diversi indicatori, come la composizione delle famiglie, ma si tratta di un media ragionata. L'analisi ha preso in considerazione i 20 capoluoghi di regione italiani, nessuno escluso, da Aosta a Palermo, passando per Roma, Torino e Cagliari.

La situazione città per città

Lo studio ha preso in considerazione la Ral (Retribuzione annuale lorda) media percepita nei venti capoluoghi di regione e ha incrociato il dato con i costi medi degli affitti rilevati in città, solo dopo averlo depurato da imposte fiscali e previdenziali. Viene allora fuori un quadro estremamente diversificato in cui le condizioni migliori sono a Campobasso e Catanzaro. Anche se gli stipendi sono inferiori a confronto della media nazionale, i bassi costi degli affitti permettono di scegliere appartamenti più spaziosi. Occorre insomma fare eventualmente della scelte sulla base delle personali esigenze e delle aspettative di vita.

  1. Abruzzo: L'Aquila, 443 euro (rata affitto mensile) per 68 metri quadrati
  2. Basilicata: Potenza, 390 euro per 62 metri quadrati
  3. Calabria: Catanzaro, 400 euro per 82 metri quadrati
  4. Campania: Napoli, 424 euro per 40 metri quadrati
  5. Emilia Romagna: Bologna, 488 euro per 43 metri quadrati
  6. Friuli Venezia Giulia: Trieste, 474 euro per 60 metri quadrati
  7. Lazio: Roma, 469 euro per 34 metri quadrati
  8. Liguria: Genova, 497 euro per 64 metri quadrati
  9. Lombardia: Milano, 537 euro per 33 metri quadrati
  10. Marche: Ancona, 446 euro per 56 metri quadrati
  11. Molise: Campobasso, 410 euro per 73 metri quadrati
  12. Piemonte: Torino, 470 euro per 58 metri quadrati
  13. Puglia: Bari, 415 euro per 51 metri quadrati
  14. Sardegna: Cagliari, 438 euro per 49 metri quadrati
  15. Sicilia: Palermo, 427 euro per 64 metri quadrati
  16. Toscana: Firenze, 470 euro per 32 metri quadrati
  17. Trentino Alto Adige: Trento, 458 euro per 45 metri quadrati
  18. Umbria: Perugia, 402 euro per 54 metri quadrati
  19. Valle d'Aosta: Aosta, 449 euro per 59 metri quadrati
  20. Veneto: Venezia, 451 euro per 40 metri quadrati

Meglio piccoli spazi ma in centro

Come fatto presente da Carlo Giordano, amministratore delegato di immobiliare.it non è proprio un caso che nelle grandi città come Milano, Firenze e Roma, i lavoratori stiano sperimentando forme di condivisione degli spazi. I fuori sede preferiscono un appartamento in buone condizioni e in una zona centrale da dividere con una seconda persona anziché affittare un monolocale in periferia.