Azionario, un modo sicuro per guadagnare in periodi di turbolenza

Come fare soldi nei periodi di turbolenza? Indicazioni e suggerimenti utili sono arrivati anche in occasione della quinta edizione di Consulentia 2018 a Roma.

Azionario, un modo sicuro per guadagnare

Azionario, un modo sicuro


Come riuscire a destreggiarsi in un periodo così incerto per la Borsa? L'eccessiva volatilità è infatti disorientante e non aiuta a prendere le giuste decisioni. Fare profitti in questo periodo è insomma un affare per pochi ovvero per quelli più esperti e in grado di leggere meglio la situazione e anticipare il futuro. A cerca di fornire una bussola per orientarsi ovvero a fornire a gli investitori gli strumenti giusti e le indicazioni corrette per muoversi ci hanno pensato gli analisti di Bnp Paribas. I picchi di volatilità raggiunti già a inizio mese sono apparsi così eccessivi da spingere a fare chiarezza. Ma con una precisazione: si presentano interessanti opportunità dopo lunghi periodi di calma (apparente?) come quello recente.

Cosa fare nei periodi di volatilità

Come fare soldi nei periodi di turbolenza? Le indicazioni sono arrivate in occasione della quinta edizione di Consulentia 2018 a Roma, l'appuntamento che ha messo al centro dell'attenzione la direttiva comunitaria di secondo livello. Ebbene la crescita inaspettata del VIX ha provocato gravi perdite agli operatori andati short sull'indice accumulando posizioni nei fondi ETF come il XIV che scommettevano su un ribasso del VIX. L'inversione di tendenza della volatilità ha portato alla chiusura di due fondi popolari che speculavano su un calo dell'indice VIX. A detta degli economisti di Bnp Paribas la strategia suggerita va adottata se l'economia degli Stati Uniti non è in una recessione e il VIX sale più di 3,5 deviazioni standard sopra la media a un anno.

Guadagni del 5,2% dall'investimento nell'azionario

Cosa fare? Assumere una posizione lunga sull'indice allargato della Borsa degli Stati Uniti, argomenta wallstreetitalia, quando l'indice della volatilità chiude sotto il livello corrispondente al momento in cui il segnale è stato mandato per la prima volta. Risultati alla mano, da oltre 30 anni gli investitori che hanno fatto affidamento a questa strategia per tre mesi - assicurano gli esperti dell'istituto transalpino - hanno guadagnato in media il 5,2% dall'investimento nell'azionario. Si tratta insomma di numeri interessanti e di tutto rispetto, anche tenendo conto che il computo è risultato positivo nell'86% dei casi in esame.

A dirla tutta, la tecnica suggerita dagli economisti di Bnp Paribas avrebbe garantito ritorni da investimento anche nell'arco di sei mesi e di un anno, rivelandosi dunque efficace anche oltre i tre mesi nei periodi di volatilità. La cautela è comunque sempre d'obbligo se non si ha la piena padronanza degli strumenti finanziari.