Banconote false così come le monete, truffa dilaga. Come difendersi

Nel dubbio sull'autenticità di una banconota o di una moneta in euro, occorre procedere con la segnalazione al personale della banca o degli uffici postali.

Banconote false così come le monete, tru

Come difendersi dalla monete false


Il dato preoccupante è la diffusione di banconote false, al pari delle monete. Stando a quanto spiegato dalle autorità competenti in materia e dagli inquirenti costantemente a caccia di contraffazioni e frodi, le banconote false più diffuse sono quelle da 20 e da 50 euro, insieme alle monete da 2 euro. La buona notizia è però la facilità con cui individuarle e dunque riuscire a difendersi dalla contraffazione. Per mettersi al riparo dalle truffe, la prima regola è sfruttare i propri sensi a iniziare dal tatto. Chi tocca una banconota puoi sentire che la carta ha una particolare consistenza rispetto a quella commerciale. Alcune parti sono poi stampate in rilievo (l'immagine principale, e la cifra indicante il taglio) e riuscire a contraffarle con precisione è molto difficile.

Banconote false più diffuse sono quelle da 20 e da 50 euro

I dettagli fanno insomma la differenza nel riconoscere le banconote false. Quelli dei colori, ad esempio. Basta muovere una banconota per vedere che il numero verde smeraldo in basso a sinistra nella parte anteriore cambia colore dal verde smeraldo al blu scuro e produce l'effetto di una luce che si sposta in senso verticale. Ed è poi sufficiente guardarla in controluce per vedere il filo di sicurezza e la filigrana. Di più: nelle banconote da 20 e da 50 euro della serie Europa, nella parte superiore della striscia argentata è presente la finestra con il ritratto di Europa con una caratteristica ben precisa: è trasparente ovvero è possibile guardarci attraverso Infine, per un livello successivo, con l'utilizzo di una lente di ingrandimento balzano all'occhio le microscritture.

Come difendersi dalla monete false

Anche nel caso delle monte, il metodo più facile per riconoscere una falsa è osservarla ovvero confrontarla con una autentica. Di conseguenza l'intera operazione dovrebbe essere anche più semplice. Le monete da 1 e 2 euro sono coniate in una lega speciale, che conferisce caratteristiche molto specifiche: il bordo è inciso in maniera particolare e la moneta da 2 euro reca incisa una scritta differente per ciascuna nazione. Nelle monetine da 10, 20 e 50 centesimi il bordo è realizzato in più forme molto difficili da riprodurre.

Nel dubbio sull'autenticità di una banconota o di una moneta in euro, occorre procedere con la segnalazione al personale della banca o degli uffici postali o degli uffici della Banca d'Italia. La banconota o la moneta contraffatta sarà ritirata dal mercato e si ricevere un verbale utile per il rimborso del controvalore.

Ultime Notizie