Benzina: metodi differenti per centinaia di euro da risparmiare all'anno

Pochi e semplici consigli per risparmiare (e anche tanto) sui costi di carburante. A fine anno si avranno nelle tasche almeno 200 euro in più.

Benzina: metodi differenti per centinaia

Come risparmiare sui costi della benzina


Come fare allora a risparmiare diverse centinaia di euro all’anno? Esistono diverse possibilità per riuscire in questa impresa e non tutte sono così conosciute. Risparmi che potrebbero aumentare in maniera direttamente proporzionale a all’aumento del costo previsto nel corso di quest’anno.

Qualunque sia il distributore di benzina di riferimento cambia poco. Il prezzo della benzina continua a salire e le poche volte in cui si assiste a un ribasso, non riesce ad andare al di là di una certa soglia. E allora ci si ritrova al solito punto di partenza: come risparmiare centinaia di euro all'anno nella spesa per rifornire di carburante le nostre auto? Che la questione del costo della benzina sia sempre al centro dell'attenzione è dimostrato dalle lunghe code alle stazioni di rifornimento nella giornate di maggiore convenienza. Sul piedi di guerra le associazioni dei consumatori che ribadiscono l'urgenza di provvedere a far scendere il costo per litro a un livello adeguato. Stando ai loro calcoli, il risparmio annuo per ciascuna famiglia sarebbe di circa 200 euro. Ci sono però alcuni aggiornamenti, spesso trascurati per pigrizia o comunque per mancanza di conoscenza, che permettono di risparmiare un bel po' di quattrini nell'arco di un anno.

Come risparmiare sui costi della benzina

Se proprio non si può fare a meno di utilizzare l'auto, allora ci sono subito due consigli per risparmiare sui costi della benzina. Il primo riguarda le modalità di guida, il secondo una buona abitudine prima di salire a bordo. Più esattamente è buona cosa non sprintare ovvero dosare il pedale dell'acceleratore: farlo con gradualità significa impegnare meno carburante, anche e soprattutto se associato a un cambio di marcia puntuale. Quelle più alte richiedono un minor consumo di benzina. Stessa cosa per le frenate improvvise: una guida dolce è il migliore alleato del risparmio. Sbagliato invece riscaldare il motore a veicolo fermo. Prima di salire a bordo per lunghi spostamenti, poi, è utile controllare la pressione degli pneumatici. L'ideale è procedere con controlli su base mensile. Anche in questo caso c'è una regola: i consumi di benzina aumentano con le gomme dell'auto sgonfie.

E poi, in quanti sanno che radio, navigatore e soprattutto climatizzatore fanno aumentare i consumi medi? Perfino i finestrini aperti incidono sul risparmio. Molte auto sono dotate del sistema Start&Stop, in caso contrario è meglio spegnere il motore in coda o al semaforo. Le tasche ringrazieranno. Naturalmente è sempre meglio viaggiare leggeri ovvero non superare le indicazioni del libretto di circolazione.

Come trovare le pompe di benzina più economiche

Il punto di partenza per capire le continue oscillazioni verso l'alto dei prezzi del carburanti è rappresentato dai controesodi di questi fine settimana. Appare quindi verosimile attendersi un grande affollamento di auto nei distributori. A cercare di scongiurare possibili impennate dei prezzi frutto di indesiderate speculazioni è il Codacons o comunque le principali associazioni a tutela dei consumatori, che hanno più volte invocato il blocco dei listini del costo di carburante, gas e metano. Ecco allora che per rimanere aggiornati sull'andamento dei prezzi e scegliere i distributori più convenienti il web può venire in soccorso. Sia per chi dispone di una postazione fissa che per i possessori di smartphone e tablet, le soluzioni sono numerose. Internet rappresenta infatti un ottimo strumento di orientamento per individuare le stazioni di rifornimento più economiche.

Uno dei siti molto consultati dagli utenti italiani è PompeBianche. Segnala quei distributori indipendenti che non fanno parte dei grandi circuiti. Qui è possibile risparmiare fino a 10 centesimi al litro rispetto alla media nazionale del servito. Fornisce invece una mappa dei punti più economici di ogni città per fare rifornimento e la lista comprende verde, gasolio, GPL e metano.

A fornire assistenza agli automobilisti ci pensa anche Federconsumatori con un'apposita lista da consultare tutte le volte che si appresta a un viaggio più o meno lungo. Non mancano opportunità per i possessori di smartphone e tablet. PompeBianche è disponibile anche come app per iPhone, iPad, iPod Touch e terminali Android. Altre soluzioni sono rappresentate da Prezzi Benzina e iNeedFuel.