Bollette luce e gas come risparmiare realmente sul libero mercato. Come scegliere

Le tariffe di luce e gas non sono più calmierate dallo Stato e ciascun operatore si muove con libertà. Questo è il periodo migliore per scegliere cosa fare.

Bollette luce e gas come risparmiare rea

Mercato libero di luce e gas


A grandi passi verso il passaggio al mercato libero dell'energia per luce e gas. Manca infatti meno di un anno al via e dal primo luglio 2019 gli utenti possono scegliere un contratto di fornitura differente. In concreto, il principale cambiamento è il passo indietro dello Stato che non fissa più le soglie. Se adesso l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente propone un prezzo di riferimento a cui le aziende aderiscono, nel mercato libero possono applicare il prezzo ritenuto più adatto in un regime di concorrenza. In buono sostanza le tariffe di luce e gas non sono più calmierate dallo Stato e ciascun operatore si muove con libertà. E non a caso stanno già inviando comunicazioni per promuovere le offerte. Proprio questo è allora il periodo migliore per iniziare a valutare e capire come scegliere e cosa fare.

Stando alle prime stime, sul versante della bolletta della luce, le offerte migliori permettono di risparmiare fino a 50-60 euro l'anno rispetto ai 640 euro del servizio di maggior tutela. Su quello della bolletta del gas, il servizio di tutela garantisce un impegno di spesa di 520 euro annui che cala a 460-470 euro con le migliori offerte delle aziende sul mercato libero.

Ma intanto i costi sono più alti

Questo non è comunque un periodo congeniale per chi cerca di risparmiare sulle bollette di luce e gas. Come capita puntualmente in ogni periodo estivo, anche questa volta si assiste a un ritocco verso l'alto. E così, dopo l'aggiornamento tariffario annunciato da Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente), ecco che le bollette di questo trimestre per i clienti con utente luce e gas ancora attive nel mercato tutelato registrano super aumenti sia per l'energia elettrica (+6,5%) e sia per il gas (+8,2%). L'Autorità fa presente come le tensioni internazionali e la forte accelerazione delle quotazioni del petrolio abbiano influenzato i prezzi nei mercati all'ingrosso dell'energia. Sul prezzo peserebbe anche l'effetto stagionalità, che nel terzo trimestre vede prezzi dell'elettricità più alti. I prezzi del gas sono determinati anche da fattori geopolitici e dall'elevata domanda per riempire gli stoccaggi.

Mercato libero di luce e gas: le offerte più convenienti

Come dimostrato da un recentissimo studio di SosTariffe.it c'è la possibilità di risparmiare con le nuove proposte che si prospetteranno con il mercato libero di luce e gas. Anzi, più esattamente è possibile conservare nel portafogli fino a 660 euro. Si tratta di un gruzzoletto niente male che a fine anno farà certamente comodo. Occorre una distinzione di base perché le tariffe possono essere di tipo Placet ovvero a prezzo fisso e variabile con prezzi determinati dai gestori, ma a condizioni contrattuali definite dall'Autorità e di tipo no Placet sia a prezzo bloccato e sia a prezzo variabile. Lo studio del portale di comparazione rivela che scegliendo le tariffe del mercato libero più adatte al proprio profilo di consumo, è possibile risparmiare sino a 660 euro sulla spesa annuale per luce e gas. Per i single, il risparmio su luce e gas va da 68 a 261 euro, per le coppie da 75 a 410 euro e per le famiglie da 107 a 660 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il