Bollette luce e gas cosa cambia da 1 luglio 2019 con libero mercato per consumatori. E bollette Acqua

di Marianna Quatraro pubblicato il

Cosa cambia per i costi di bollette di luce e gas con il passaggio dal mercato tutelato al mercato libero e come fare passaggio obbligatorio

Bollette luce e gas cosa cambia da 1 lug

Bollette luce gas novita luglio libero mercato

Novità in arrivo dal primo luglio 2019 per bollette di luce e gas: dal mese di luglio, infatti, sarà obbligatorio per tutti i consumatori il passaggio dal mercato tutelato al mercato libero e, del resto, il mercato di Maggior Tutela per la fornitura di luce e gas non esisterà più. Cosa significa questo passaggio per i consumatori? E quali sono le novità effettive in arrivo sui costi?

Bollette luce e gas: passaggio al mercato libero

Come stabilito dalla norma, chi oggi è intestatario di un contratto per la fornitura di luce e gas nel mercato tutelato entro luglio 2019 dovrà passare al mercato libero e chi sottoscrive un nuovo contratto dovrà obbligatoriamente farlo scegliendo la migliore offerta proposta sul mercato libero.

La differenza è che nel mercato tutelato è l’Autorità per il servizio elettrico, il gas e i servizi idrici (Aeegsi), ogni tre mesi a stabilire i prezzi delle bollette, calcolando il costo della parte energia in base ai costi sostenuti da una società pubblica (l’Acquirente Unico) che si occupa proprio di rifornire i clienti in questo servizio; nel mercato libero, invece, saranno gli operatori territoriali di riferimento a stabilire le tariffe. Im questo caso, infatti, le aziende possono determinare in piena autonomia i prezzi di vendita al cliente, secondo le regole sulla concorrenza. Nel passaggio al mercato libero, una volta scelto il nuovo fornitore, è il è esso stesso ad occuparsi del passaggio e una ricevuta la richiesta invierà una comunicazione al vecchio fornitore e in circa due mesi le utenze di luce e gas saranno regolarmente attive con il nuovo fornitore del mercato libero. Il passaggio è del tutto gratuito.

E’ bene sottolineare che chi entro il primo luglio non effettuerà il passaggio al mercato libero resterà nel servizio di salvaguardia, pagando con tariffe molto più elevate perché nel mercato di salvaguardia il costo dell’energia deriva dai prezzi di acquisto della Borsa Elettrica maggiorato per il parametro omega, fattore di rischio, una sorta di penale per coloro chi è rimasto senza contratto di fornitura.

Novità bollette luce e gas da luglio: cosa aspettarsi

Stando a quanto riportano le ultime notizie relativamente a timori di alcuni associazioni, il passaggio al mercato libero, con la libertà, appunto, per ogni azienda fornitrice di determinare i propri costi potrebbe portare a rincari per un maggior incasso per le aziende stesse. O meglio, inizialmente i costi proposti potrebbero essere tutti molto bassi e competitivi per accaparrarsi clientela, ma una volta definito il proprio bacino, non è escluso che le aziende stesse procedano a forti rincari. Per i consumatori, dunque, il passaggio al mercato libero potrebbe inizialmente far tirare un sospiro di sollievo per poi rappresentare l’ennesima mannaia sulle spese poi.

Al momento, però, si tratta solo di ipotesi ed è difficile stabilire se il passaggio da mercato tutelato a mercato libero sarà più o meno conveniente, In realtà, considerando che con l’ingresso nel mercato libero ogni consumatore può scegliere gestore e tariffe in base alle proprie esigenze molto di ciò che si pagherà dipenderà dalle abitudini dei singoli utenti finali. E’ bene, però, che prima di effettuare il passaggio dal mercato di maggior tutela al mercato libero vengano prima valutate tutte le offerte al momento disponibili, in modo da preferire quella che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Novità anche per le bollette dell'acqua

Vi sono novità che riguarda anche le bollette dell'acqua dove finalmente arrivano i tanti attesi bonus che potranno spettare a chi ha varie difficoltà, così come i bonus per la luce e il gas nel 2019 hanno avuto un ampliamento della pleata. E poi nuove regole per la prescrizione delle bollette per evitare bollette record ed esagerate con caoli spesso errati