Bollette luce e gas sconti e bonus 2019. A chi spettano, requisiti, come fare domanda

Gli sconti e i bonus sono stati adottati per la prima volta nel 2009 e confermati anche nel 2009. Possono alleviare la condizione delle famiglie che dimostrano di possedere alcuni requisiti specifici

Bollette luce e gas sconti e bonus 2019.

Come fare domanda per ottenere gli sconti sulle bollette del gas e della luce nel 2019


Con l’approvazione della Legge di Bilancio sono stati confermati gli aiuti per le famiglie riguardo le bollette di luce e gas. Sconti e bonus adottati per la prima volta nel 2009 e confermati dunque a distanza di dieci anni anche nel 2009 possono alleviare la condizione dei nuclei familiari che dimostrano di possedere alcuni requisiti ben specifici. Queste agevolazioni infatti non spettano a tutti, ma sono state pensate per famiglie che non hanno un reddito alto e che devono affrontare disagi economici concreti. Sono molti a chiedersi a chi spettano, quali sono i requisiti necessari e come fare domanda. In questo articolo proveremo a fare chiarezza in maniera semplice e veloce.

A chi spettano sconti e bonus luce e gas 2019

Per prima cosa bisogna sapere a chi spettano gli sconti su luce e gas previsti anche nel 2019. Bisogna dimostrare di possedere dei requisiti specifici. I requisiti dovranno essere due in particolare:

  • essere un cliente domestico e di avere intestato dunque gas a proprio nome le utenze di gas e luce sia nel caso si tratti di un contratto di fornitura diretto, sia che invece si tratti di un impianto condominiale;
  • mostrare un Isee che non sia più elevato di una cifra stabilita.

Per quanto riguarda il secondo requisito necessario per poter usufruire degli sconti e dei bonus sulle bollette della luce e del gas, il reddito del nucleo familiare accertato dal certificato Isee non dovrà superare nel 2019 la cifra di 8.107,5 euro. In caso si tratti di una famiglia con tre figlia a carico questa cifra non può essere superiore a ventimila euro.

Ma non basta ancora perché bisogna aggiungere anche un’altra voce da valutare. Stiamo parlando del patrimonio mobiliare del richiedente che in questo caso non può superare i seimila euro. Questa cifra può essere implementata di duemila euro per ogni figlio successivo al primo e della metà per ogni figlio successivo al secondo. Il limite massimo è stato fissato a diecimila euro. Per coloro che dimostreranno di avere questi requisiti bonus e sconti sulle bollette di luce e gas, proporzionali al reddito dichiarato nell’Isee, si applicano direttamente alla cifra dichiarata e hanno una durata di dodici mesi.

Come fare la domanda per gli sconti bollette luce e gas

Una volta chiarito quali sono i requisiti necessari per poter usufruire degli sconti e dei bonus sulle bollette di luce e gas anche nel 2019, resta da capire come fare la domanda per usufruire di queste agevolazioni che per i nuclei familiari costretti a districarsi in un contesto economico e di bilancio difficile, rappresentano una vera e propria boccata di ossigeno. Per avviare l’iter bisogna presentare il proprio certificato Isee. Nel caso in cui non sia ancora disponibile bisogna chiedere la Dichiarazione Unica Sostitutiva che si può facilmente reperire online oppure recandosi in una delle sedi territoriali dell’Inps. Una volta fatta la richiesta dovranno passeranno al massimo dieci giorni prima della consegna della dichiarazione. Poi si passa alla compilazione della domanda per la quale c’è bisogno di utilizzare la modulistica e depositata presso il Comune di residenza o un Caf territoriale unitamente all’attestazione Isee. Il bonus dura dodici mesi ed è rinnovabile presentando domanda entro due mesi dalla sua scadenza.