Bollette Luce, Gas e Acqua 2019, verità su costi. Aumenti record altro che calo Aprile

di Luigi Mannini pubblicato il

Si resta sorpresi dalla posizione del Ministero dello Sviluppo Economico, secondo cui il calo delle tariffe di parile avrà effetti positivi sui cittadini.

Bollette Luce, Gas e Acqua 2019, verità

Aumenti delle bollette prima del calo

Siamo nel bel mezzo di un'altalena di prezzi di bollette luce, gas e acqua tra aumenti già concretizzati e cali annunciati. Perché se è vero che da lunedì ci sarà una discesa rapida delle bollette di luce e gas per ragioni indipendenti dalla volontà politica, dall'altra questi ultimi mesi sono stati piuttosto complicati. E in alcuni situazioni, come nel caso dei conguagli, anche drammatici. Il suggerimento è di monitorare le riduzioni della bolletta con attenzione.

Il primo trimestre ci ha regalato un inverno non troppo rigido e condizioni di acquisto del gas allineate tra Europa e paesi asiatici che hanno contribuito a un contenimento delle quotazioni all'ingrosso. Ma le promesse di aumento degli scorsi mesi invitano alla cautela prima di tracciare un bilancio definitivo.

Aumenti delle bollette prima del calo

Prestare attenzione alla composizione dell'importo finale delle bollette di luce, gas e acqua è fondamentale perché l'Authority ha approvato il provvedimento con cui i consumatori possono eccepire la prescrizione e pagare solo gli importi relativi ai consumi dell'ultimo biennio se il fornitore si è mosso in ritardo con la fatturazione. Se da una parte si tratta di una buona notizia in termini di consumi reali, dall'altra c'è il rischio di maxi-conguagli nelle prossime fatture.

E il tutto mentre ancora risuonano le parole dell'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente sulla volontà di recuperare gli oneri di sistema (circa 200 milioni di euro) bloccati negli ultimi due trimestri dello scorso anno. Il recupero è naturalmente a carico degli utenti.

Si resta anche sorpresi dalla posizione del Ministero dello Sviluppo Economico, secondo cui il calo delle tariffe di parile avrà effetti positivi sui cittadini, in particolare quelli più deboli, che potranno beneficiare nei prossimi mesi di una netta riduzione (parole del Mise) dell’importo delle bollette da pagare. La ragione è semplice da capire: il calo per l’elettricità non esiste e per il gas è di 7 euro all’anno.

Bollette meno care ad aprile

Calano le bollette e il governo esulta anche se, a dirla tutta, non ha meriti specifici. Inverno non freddo e discesa del prezzo del petrolio hanno favorito il calo delle tariffe deciso da Arera per gli utenti del mercato a maggior tutela, quello regolamentato dall’Autorità per l’energia. In ogni caso è tutto vero: nonostante si parta il primo aprile, le bollette di luce e gas stanno per diminuire. In base all’ultimo aggiornamento dell’Autorità per l’energia, dall’inizio del mese prossimo le tariffe diminuiranno dell'8,5% per la luce e del 9,9% per il gas.

Dopo i picchi raggiunti nel 2018, anche il secondo trimestre di quest’anno fa segnare un ribasso, motivato dall’Autorità dalla contrazione dei prezzi delle materie prime nei mercati all’ingrosso dell’energia.

Andando sul concreto, sempre secondo Arera, la spesa per la famiglia tipo (al lordo tasse), nell'anno compreso tra il primo luglio scorso e il 30 giugno sarà per l'elettricità di 565 euro. Nello stesso periodo la spesa della stessa famiglia tipo per la bolletta del gas sarà di circa 1.157 euro. Secondo lo studio dell'Unione nazionale consumatori, per una famiglia tipo significa risparmiare su base annua (aprile 2019-marzo 2020), 50 euro per la luce e 118 euro per il gas: 168 euro totali.