Canone Rai seconda casa in bolletta 2018. Chi deve pagare abbonamento?

Chi deve pagare, multe, esenzioni. Come funziona e quando: Canone Rai 2018 per seconda casa, o casa in affitto.

Canone Rai seconda casa in bolletta 2018

Abbonamento RAI seconda casa in bolletta


Come nel 2017 anche nel 2018 il pagamento del canone Rai sarà inserito nella bolletta elettrica e il suo costo sarà sempre di 90 euro. Sui dubbi su chi e per cosa bisogna pagare il Canone Rai 2018, il sottosegretario Antonello Giacomelli ha precisato che “È il possesso di un televisore il requisito per il pagamento del canone, non degli altri device, come smartphone, tablet, computer. Nella norma abbiamo solo aggiunto una presunzione del possesso del televisore che è il contratto di fornitura elettrica. Non cambia nulla dunque rispetto alla normativa attuale, almeno per il momento”.

Canone RAI seconda casa in bolletta

Si paga dunque solo per il possesso della tv. Il Canone Rai dovrà essere pagato solo sulla prima casa e non sulla seconda casa e potrà essere versato a rate per un totale di 90 euro l'anno. Il pagamento del Canone Rai interesserà solo le utenze elettriche domestiche, per cui ne sono escluse quelle industriali e commerciali, e riguarderà solo la residenza. Dovranno pagare sia i proprietari delle prime case sia gli affittuari, cioè tutti coloro che hanno spostato la residenza uscendo dallo stato di famiglia dei genitori.

La seconda casa, dunque, è esente dal pagamento del Canone Rai. Se le utenze elettriche nelle due case sono intestate a due diversi familiari appartenenti allo stesso nucleo familiare convivente, deve essere inviata l'autocertificazione, compilando il quadro B.

Multe e sanzioni mancato pagamento Canone RAI

Per gli anni dal 2016 al 2018, le eventuali maggiori entrate versate per il canone di abbonamento alla televisione saranno destinate al fondo per la riduzione della pressione fiscale. Per quanto riguarda le sanzioni previste, saranno pari a cinque volte il canone stesso, oltre che inviate segnalazioni all’Agenzia delle Entrate. Per chi non paga il Canone Rai sono reviste sanzioni da 200 a 600 euro in caso di autocertificazione mendace.

Chi è esente dall'abbonamento RAI

Saranno ancora esenti dal pagamento dell'abbonamento Rai gli over 75. Per gli over 75 cambiano rispetto allo scorso anno, però, le soglie reddituali entro le quali si ha diritto all’esenzione. Per effetto della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 52/2018 del Decreto Mef 16 febbraio 2018, gli over 75 anni che vogliono beneficiare dell’esenzione dal canone Rai devono rientrare nei limiti reddituali di 8.000 euro (art. 1, comma 132 della legge 24 dicembre 2007, n. 244) e non più, dunque, dei  6.713,98 euro (516,46 euro per tredici mensilità) dello scorso anno.

L’esenzione vale anche per i militari delle Forze Armate Italiane, ma l’esenzione è prevista solo per ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate, mentre la detenzione del televisore all’interno di un alloggio privato, anche se situato dentro le strutture militari, prevede il pagamento del canone. Esenti dal pagamento anche i militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato, agenti diplomatici e consolari.

Se il cittadino è ricoverato in una casa di riposo ma ha una casa, un apparecchio televisivo ed è titolare di una bolletta luce residenziale, deve comunque pagare il Canone Rai in bolletta. Nel caso in cui, invece, il cittadini non è titolare di un’utenza elettrica perché è intestata al figlio che risiede in un'altra casa e paga un altro Canone Rai dovrà essere inviare disdetta dell’abbonamento.

Come già detto i proprietari di seconda casa non dovranno pagare il canone RAI.

Canone Rai 2018: le novità

Insieme alle norme di pagamento del Canone Rai per la seconda casa, per quest'anno 2018 sono state definite anche ulteriori novità. In particolare, secondo quanto confermano le ultime notizie, le imprese elettriche hanno l’obbligo di trasmettere direttamente all’Agenzia delle Entrate la conferma dei dati per l’addebito o riscossione del Canone Rai dell’anno precedente. E’ possibile trasmettere i previsti dati o tramite il servizio telematico Entratel o Fisconline o tramite gli intermediari abilitati.

Abbonamento Rai: regole generali canone

Oltre le regole per il pagamento del Canone Rai per la seconda casa, ricordiamo anche le regole generali inerenti il Canone Rai e il suo versamento. Dall'anno scorso il canone Rai si paga direttamente con la bolletta elettrica, su cui avviene l'addebito dei 90 euro dovuti in diverse rate da 9 euro per un totale di 90 euro. Il pagamento del canone Rai in bolletta elettrica è stato deciso dal Governo Renzi con la Legge di Stabilità 2016.

Il primo addebito del canone Rai 2018 in bolletta luce parte dalle fatture emesse a partire dal primo gennaio 2018, per cui nella bolletta elettrica da gennaio in poi, i contribuenti troveranno in fattura le la voce addebito del Canone Rai 2018 per un importo pari a 9 euro al mese insieme alla voce di addebito della componente elettrica relativo ai consumi effettuati nel periodo di riferimento. Dopo il primo addebito da 10 euro delle prime 2 rate di canone, gli ulteriori 70 euro saranno spalmati nelle fatture successive fino ad arrivare all'importo di 90 euro. Il Canone Rai deve essere invece pagato con il modello F24 quando nessun componente del nucleo familiare risulta intestatario di una fornitura elettrica residenziale a proprio nome o quando la società elettrica che distribuisce l’energia non è interconnessa con la rete nazionale.

Ai cittadini intestatari di più di una utenza di energia elettrica residenziale, come i possessori di seconda casa, viene addebitato solo una utenza luce per cui il pagamento del Canone Rai è previsto solo una volta. Per quanto riguarda i diversi casi di utenza, nei casi di abitazioni in affitto, se l’affittuario ha la residenza nell’immobile affittato e ha un’utenza elettrica residenziale a suo nome deve pagare il canone Rai 2018 in bolletta; nei casi in cui, invece, moglie e marito abbiano un coniuge intestato il canone Rai e l'altro l'utenza elettrica residenziale, se rientrano nella stessa famiglia anagrafica, il canone Rai dovrà essere pagato solo dal coniuge intestatario della bolletta della luce.

Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il