Biglietti aerei: stabili prezzi da algoritmo. Costa meno comprare, da dove e quando

Anche per la formazione dei prezzi dei biglietti aerei tutto dipende da un algoritmo che sceglierà le soluzioni migliori in base ad informazioni come la geolocalizzazione o il dispositivo utilizzato

Biglietti aerei: stabili prezzi da algor

Come risparmiare sui prezzi dei biglietti aerei al tempo degli algoritmi


Un algoritimo decide i prezzi dei biglietti degli aerei che continuanoa a cambiare. E non sempre come si potrebbe pensare, ma con anche altri criteri per così dire inediti che si possono però sfruttare per cercare di risparmiare.

Schiavi di un algoritmo? Sembra proprio di si. Ormai la digitalizzazione sempre più spinta dei servizi ha lanciato sulla scena questo protagonista che fino a pochi tempo fa era conosciuto nel ristretto ambito degli scienziati e dei matematici. E proprio grazie a loro, molto probabilmente, è entrato anche nel gergo comune visto che sempre più spesso si scopre che alla base di un’automazione sempre più massiccia, c’è sempre un algoritmo.

Non saranno certo passate inosservate le polemiche delle nuove assunzioni dei docenti che hanno scoperto che la loro destinazione era stata scelta in base a che cosa? Indovinate un po’? Ma ovvio, da un algoritmo che incrociando i dati e le varianti inserite nella piattaforma apposita decide, seguendo ovviamente leggi matematiche, quale è la soluzione migliore a ogni tipo di problema.

Adesso si scopre che anche per quel che concerne la formazione dei prezzi dei biglietti aerei, ma non solo, tutto dipende da un algoritmo che sceglie appunto le soluzioni, i prezzi, la disponibilità di posti, in base ai cosiddetti big data necessari alla macchina per incrociare le varie soluzioni ed indicare quale è la strada migliore da percorrere. E, udite udite, tra le varianti che concorreranno all’esito finale c’è da calcolare anche se la prenotazione, ad esempio di effettuerà dal centro città oppure no, e addirittura è emerso che per risparmiare è meglio non utilizzare il tablet. Li chiamano prodigi della tecnologia. Molti fanno fatica ancora ad orientarsi.

Prezzi biglietti aerei tutto dipende da un algoritmo

Sarà capitato a tutti, per esigenza o per semplice curiosità di fare ricerche in Rete sui prezzi dei biglietti. Ebbene tutti hanno potuto riscontrare il fatto che lo stesso biglietto, con le stesse caratteristiche, non ha sempre lo stesso prezzo. Un dato impensabile fino a qualche anno fa. Ma che ormai è entrato a far parte anche del senso comune.

Ma perché tutto questo accade? Beh, proprio perché ormai a gestire, attraverso piattaforme che funzionano con meccanismi complessi e difficili da spiegare, sono i famosi algoritmi. Che, per esempio, sono in grado grazie all’utilizzo dei big data e alle complesse intersecazioni di dati che riescono ad elaborare in pochi secondi, di capire da dove proviene la richiesta e quindi in base ad alcune deduzioni (se la richiesta viene dal centro di una città dove la media del reddito è più elevata rispetto a quella di altre zone, oppure dall’ufficio e quindi il viaggio potrebbe essere pagato dall’azienda) stabilisce il prezzo finale che, a questo punto non può essere ovviamente uguale a sé stesso.

Dimmi dove ti colleghi, quando e con quale dispositivo e ti dirò chi sei si potrebbe parafrasare. Un aspetto che da origine anche alle discriminazioni tariffarie, nuova forma di disparità di trattamento per fasce e reddito.

Prezzi per risparmiare niente tablet

Allora, visto che la formazione dei prezzi avviene in questo modo, come si può fare per risparmiare? Beh, diciamo che come al solito l’abilità nella ricerca dei prezzi migliori ha sempre un’importanza elevata per riuscire a risparmiare. Ma ci sono anche alcune regole da dover rispettare visto che ormai è chiaro a tutti che la variazione dei prezzi dipende dalla fluttuazione tipica della domanda e della risposta. L’algoritmo quindi viene utilizzato per massimizzare i profitti attraverso la conoscenza dei cosiddetti big data.

Come per esempio la geolocalizzazione che rappresenta una degli aspetti più importanti come abbiamo avuto modo di vedere. Per risparmiare, quindi, è necessario tenere presente tutte queste novità con la consapevolezza che anche il device che si utilizza per prenotare i biglietti aerei ma non solo, sono importanti. Ad esempio su tablet e smartphone il prezzo solitamente risulta essere più elevato rispetto al computer.

Così come influisce sul costo finale anche il sistema operativo: iOs, di Apple, uno status symbol che, dimostrerebbe una maggiore ricchezza dell’utente rispetto al sistema operativo Android, che verrebbe utilizzato di più da chi ha una capacità di spesa inferiore.