Btp Futura 6 Luglio 2020 nuova emissione. Tasso di interesse, durata, premio, tassazione

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Btp Futura 6 Luglio 2020 nuova emissione

Nuova emissione Btp Futura 6 luglio

Conto alla rovescia per il nuovo Btp Futura con collocamento programmato per il 6 luglio e l'auspicio di un'ampia partecipazione per mettere nelle mani dei risparmiatori italiani più debito pubblico.

Arriva la nuova emissione dei Btp Futura con cui l'esecutivo punta ad aumentare le entrate per finanziare i numerosi e costosi provvedimenti per la crescita del Paese dopo lo stop forzato negli scorsi mesi.

La prima e più importante caratteristica da segnalare è il collocamento riservato al solo settore retail ovvero solamente ai risparmiatori individuali, a differenza della precedente emissione che è stata invece aperta a tutti.

Ma sono anche altri gli aspetti che lo differenziano, come l'aggancio del premio fedeltà finale ovvero per chi mantiene il titolo fino alla scadenza, collegato alla effettiva ripresa del Paese. In buona sostanza, maggiore sarà il Pil nazionale e più elevata sarà la ricompensa che verrà erogata.

Come vedremo nel corso dell'articolo analizzando tasso di interesse, durata, premio, tassazione, un altro punto centrale riguarda i rendimenti del Btp Futura che saranno crescenti nel tempo.

Il tutto mentre è iniziato il conto alla rovescia poiché il collocamento è programmato per il 6 luglio 2020 con l'auspicio di un'ampia partecipazione per mettere nelle mani dei risparmiatori italiani più debito pubblico. Vediamo i dettagli:

  • Nuova emissione Btp Futura 6 luglio 2020
  • Btp Futura: tasso di interesse, durata, premio, tassazione

Nuova emissione Btp Futura 6 luglio 2020

Nasce il nuovo titolo di Stato esclusivamente dedicato ai risparmiatori individuali e più precisamente vedrà la luce lunedì 6 luglio, giorno dell'emissione con collocamento fino alle ore 13 di venerdì 10 luglio.

L'intera somma raccolta sarà utilizzate per finanziare le misure per la ripresa post coronavirus ovvero le varie disposizioni contenute nel decreto Rilancio.

Sono quindi numerosi i punti in comune con la precedente emissione di maggio, anch'essa finalizzata per sostenere le spese statali.

La scelta di affidarsi al debito pubblico è una decisione ponderata anche perché, fanno presente dalle parti del Ministero dell'Economia, rimane nelle mani degli italiani e più precisamente dei risparmiatori individuali e affini. Questa mossa va dunque perfettamente in linea con la revisione delle linee guida del debito pubblico.

Btp Futura: tasso di interesse, durata, premio, tassazione

Sono numerose altre le novità che Btp Futura porta con sé, a iniziare dalla modalità di calcolo che è basata su tassi prefissati e crescenti nel tempo.

Il Ministero dell'Economia non ha comunicato i tassi di interesse e lo farà solo a ridosso dell'emissione (esattamente il 3 luglio). Il taglio minimo d'acquisto è di 1.000 euro con tassazione agevolata e non sono previsti riparti o tetti con il dicastero di via XX Settembre che mantiene la facoltà di chiudere anticipatamente l'emissione.

Rinnovato il premio fedeltà per chi mantiene fino alla scadenza i Btp Futura, ma anche in questo caso l'importo viaggerà di pari passo con l'andamento del Pil nazionale e di conseguenza non c'è ancora la quota corrisposta.

Si conosce però la forbice entro la quale si muoverà: avrà un valore minimo garantito pari all'1% del capitale investito e potrà aumentare fino a un massimo del 3% della cifra investita.

Si resta in attesa anche della durata e in questo caso l'appuntamento con la comunicazione ufficiale è per il 19 giugno. In ogni caso si aggirerà tra 8 e e 10 anni.

Ultime Notizie