Conti correnti online banche: su differenti servizi costi in crescita

Nuovi rincari in arrivo per i costi dei conti correnti online: situazione attuale, previsioni e migliori offerte disponibili

Conti correnti online banche: su differe

conti correnti online aumento costi servizi


Nonostante il tentativo di riuscire a sottrarsi clienti ponendo le condizioni migliori, finite le promozioni, i costi bancari sono cresciuti e continueranno anche a crescere, paradossalmente anche dove si dovrebbere pagare bene ovvero sui conti correnti online delle varie banche, con aumenti già previsti e che scatterrano a breve

Aumentano i costi di gestione e mantenimento dei conti correnti online esattamente come sono aumentati i costi dei conti correnti tradizionali: le ultime notizie confermano, infatti, una impennata dei costi dei differenti servizi offerti dai conti correnti anche con operazione telematica. Le stime parlano di una vera e propria stangata per i correntisti online.

Aumenti dei costi dei conti correnti: cosa cambia

Dall’analisi dell’andamento di prodotti di conti correnti offerti da dieci diverse banche come Intesa Sanpaolo, Unicredit, Bnl, Banco Bpm, Credem, Cariparma, Ubi, Mps e Carige più Poste è emerso che negli ultimi cinque mesi i costi dei conti correnti sono aumentati in media del 4%. Si tratta di aumenti attestati prendendo in considerazione sei diversi profili di utilizzo, da quello relativo ai pensionati con media operatività, ai giovani, alle famiglie con alta operatività, con media operatività e con bassa operatività, ai pensionati con bassa operatività. E rispetto al 2013 è risultato che i costi per le famiglie con operatività media sono aumentati del 22% da 115 a 140 euro; del 6% per i pensionati con media operatività; del 5% per i giovani; del 4% per le famiglie con alta operatività e con media operatività; e del 3% per le famiglie con bassa operatività e i pensionati con bassa operatività.

E non va meglio per quei conti correnti online che negli ultimi anni sono stati preferiti ai conti tradizionali proprio perché garantivano risparmi sulla tenuta del conto stesso. Chi, infatti, è titolare di un conto corrente online dovrà preparasi a subire rincari nella stessa maniera dei titolari di conti correnti tradizionali. Stando, infatti, a quanto riportano le ultime notizie, chi ha un conto online dovrà prepararsi a pagare per prelievi al bancomat di altre banche. Per esempio, IwBank, dal prossimo primo ottobre, applicherà una commissione di 1,90 euro sui prelievi effettuati allo sportello automatico di altre banche, mentre Fineco, dal 10 ottobre, farà pagare 80 centesimi per ogni prelievo inferiore ai 100 euro. E in vista di questa novità sono già diverse le banche online che si stanno muovendo per definire proposte convenienti per i propri eventuali clienti

Migliori proposte di conti correnti online

Tra le migliori proposti di conti correnti online disponibili per questa fine del mese e il prossimo mese di agosto 2017 spicca innanzitutto quella di Fineco, che ha raggiunto alti livelli di ottimizzazione del touch ID per accedere alla App, di lettura automatica dell’sms Pin da utilizzare per i bonifici, di visualizzazione delle operazioni di acquisto fondi in corso, di possibilità di partecipare ad Ipo e cedole sui titoli obbligazionari in tempo reale, dando la possibilità ai propri correnti di controllare ogni movimento del proprio conto corrente e i propri investimenti, con costi finora decisamente contenuti e quasi a zero. A seguire troviamo il conto corrente online di WeBank, che tramite la propria App permette direttamente di prelevare dagli sportelli Atm anche senza bancomat e permette di effettuare ogni operazione di pagamento come: bonifici, giroconti, ricariche cellulari, pagamento del bollo o dell’abbonamento ai mezzi pubblici.

Tra i miglioi conti correnti online troviamo anche Intesa San Paolo con l’App La Tua Banca che permette di eseguire tantissime operazioni di pagamento direttamente dal proprio smartphone, tra cui bonifici, giroconti, ricariche cellulari, gestione dei limiti per i prelievi, pagamento del bollo, permette, inoltre, di saldare i bollettini postali scattando una fotografia del codice a barre e di eseguire pagamenti di Mav e Rav.