Covid Bond rendimenti, emissioni e tassazione. Nuovi Btp e Bot ufficiali dal Mef

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Covid Bond rendimenti, emissioni e tassa

Nuovi Covid Bond ufficiali dal Mef

Saranno simili ai Btp Italia con tasso reale annuo minimo e capitale nominale garantiti, recupero immediato dell'inflazione e bonus fedeltà?

Le certezze sono due: lo Stato ha bisogno di soldi per finanziare la montagna di provvedimenti di emergenza che ha emanato in questi giorni critici di diffusione del contagio del coronavirus.

Dall'altra i risparmiatori italiani detengono solo una piccola parte del debito pubblico, circa il 3%. Dalla combinazione di questi due aspetti potrebbero prendere forma quelli che qualcuno ha già denominato Covid Bond. Si tratterebbe di buoni del tesoro proposti a condizioni allettanti per rendimenti e tassazione.

Qualcosa di molto simile ai Btp Italia con tasso reale annuo minimo e capitale nominale garantiti, recupero immediato dell'inflazione e bonus fedeltà. Il Ministero dell'Economia avrebbe l'intenzione di procedere con molta rapidità e già in questo mese potrebbero essere prima comunicate tutte le informazioni per poi dare il via all'emissione vera e propria.

Si tratta in ogni caso di strumenti di emergenza che si aggiungono e non sostituiscono quelli che sono già stati previsti nelle linee guida del debito pubblico 2020 emanate del Ministero dell'Economia. Analizziamo quindi

  • Nuovi Covid Bond ufficiali dal Mef
  • Btp e Bot, rendimenti, emissioni e tassazione

Nuovi Covid Bond ufficiali dal Mef

Sono due gli strumenti in rampa di lancia perché da una parte ci sono i cosiddetti Covid Bond e dall'altra una seconda soluzione che, annuncia il Ministero dell'Economia, potrebbe essere proposta a più riprese nel corso dell'anno.

Qualche interessante dettaglio arriva dalle linee guida sul debito pubblico redatte del Tesoro, secondo cui i Covid Bond (denominati semplicemente Btp Italia) conserveranno le caratteristiche di sempre.

Il Ministero dell'Economia riferisce che tenderà a distribuire le emissioni aggiuntive sui vari strumenti e scadenze a disposizione, in maniera diluita nel tempo, tenendo conto di volta in volta dell'evoluzione delle condizioni di mercato.

La certezza è il bisogno di liquidità per sostenere le spese per il recupero dall'emergenza economica provocata dalla diffusione del coronavirus mentre la volontà è mettere una maggior parte del debito pubblico nelle mani degli investitori italiani anziché stranieri.

Ma sempre, come precisato dal Tesoro, senza modificare i risultati raggiunti in termini di struttura e composizione del debito, cos' da continuare a limitare l'esposizione ai principali rischi, soprattutto quelli di tasso di interesse e di rifinanziamento.

Btp e Bot, rendimenti, emissioni e tassazione

Attesi con rendimenti interessanti, emissioni in tempi brevi e tassazione agevolata, per ora il Ministero dell'Economia si limita a riferire che ci sarà spazio per i nuovi Btp Italia e per un nuovo strumento di tipo nominale, semplice e privo di meccanismi di indicizzazione.

Sarà pensato per gli investitori retail proposto a più riprese nel corso dell'anno. Il dicastero di via XX Settembre riferisce che la calibrazione dei volumi offerti al mercato continuerà ad essere tale da dare maggiore peso ai settori con migliore liquidità sul secondario e maggiore profondità di domanda.

Ultime Notizie