Hype offre 10 euro gratis a tutti sul conto. E aumento rendimento conti deposito e migliori conti correnti.

Novità Hype tra carta di credito e regalo sul conto corrente: cosa prevede, come funziona e sfida ai grandi colossi bancari

Hype offre 10 euro gratis a tutti sul co

Hype 10 euro regalo conto corrente sfida altri istituti


La carta-conto Hype per sfidare San paolo, Unicredit e le banche tradizionali, offre 10 euro gratis a tutti sul conto. Ma la cosa interessante è che possono aumentare i rendimenti dei conti depositi a fine Agosto e Settembre con questo differenziale in modo molto interessante per i risparmiatori. E ancora i migliori conti correnti per risparmiare
 

Un contro corrente sicuro, carta di credito speciale e 10 euro in regalo per attrarre sempre più clienti e sfidare i grandi colossi bancari come Intesa Sanpaolo o Unicredit: sono decisamente alte le ambizioni del nuovo prodotto Hype.

Hype: cos'è

Hype è conto di moneta elettronica che prevede una carta del circuito Mastercard e la totale gestione del denaro direttamente dal proprio smartphone. Hype include, inoltre, una tecnologia che permette di pagare direttamente dal proprio smartphone presso i negozi fisici, senza bisogno né della carta né dei contanti. La carta si può richiedere gratis e viene recapitata direttamente a casa dell’utente.

Alla carta di credito è collegato un codice Iban come di un tradizionale conto corrente subito disponibile senza costi aggiuntivi. Per aprire un conto Hype la procedura è molto semplice e rapida: basta registrarsi e si riceve la carta a casa, gratuitamente, entro pochi giorni dalla richiesta. La specifica applicazione permetterà poi, sempre, in qualsiasi momento lo si desideri, di consultare tutti i movimenti, fissare degli obiettivi, scambiare denaro e anche bloccare la carta, evitando che qualcuno la usi. La carta di credito Hype permette di:

  1. mettere fino a 2.500 euro all’anno;
  2. effettuare una singola ricarica da massimo 250 euro;
  3. prelevi massimi giornalieri e singoli di 250 euro.
  4. ricarica giornaliera massima 1.000 euro.

Tuttavia, si può optare anche per il piano Plus che con 1 euro al mese permette diversi aumenti, come mettere una somma annua massima di 50.000 euro, singola ricarica da 250 euro, importo massimo giornaliero di ricarica 10.000 euro, singolo prelievo di 500 euro e prelievo giornaliero di 1.000 euro.

Hype: 10 euro in regalo su conto corrente

Per ottenere i 10 euro in regalo sul conto corrente Hype bisogna registrarsi sul sito di Hype e attivare il conto con una ricarica di almeno un euro e il gioco è fatto. Entro una settimana, infatti, si ricevono i 10 euro in regalo. E’ possibile effettuare la ricaricare o usando un’altra carta di credito, o ricaricando agli sportelli bancomat, o tramite bonifico bancario, o richiedendo la ricarica ad un altro utente Hype. Ricordiamo che conto e canta Hype non richiedono alcun costo di commissione.

Conti correnti più convenienti

Fra le dieci banche migliori, da Intesa Sanpaolo a Unicredit, Bnl, Ubi, Credem, Cariparma, Carige, Banco Bpm, Mps, i conti correnti migliori sono quelli proposti da Poste Italiane che, come riportano le ultime notizie, hanno quasi dimezzano la spesa annua e prevedono una spesa annua di 85 euro circa, seguiti da quelli di Banca Sella, che prevedono una spesa annua di 91,39 euro, e Banca della Marca, che prevedono una spesa annua di 99,37 euro. Per Mps, la spesa media annua è di 108,90 euro, che arrivano a ben 136,66 euro per i conti correnti di Banca Carige. Costi più bassi sono, come sempre, richiesti dai conti correnti online. I migliori sono, rispettivamente, di Webank del gruppo Bpm; del conto Arancio zero di Ing Direct; di Iw Bank. Per tutti questi conti correnti online le spese sono basse ma ne caso di richieste di operatività fisica agli sportelli, i costi salgono notevolmente. Per esempio, se si è titolari di un conto Ing Direct, il prelievo contante allo sportello può arrivare a costare anche cinque euro.

Il conto proposto da banche online permette, dunque, di gestire la propria liquidità quasi a costo zero e, stando a quanto riportato dalle ultime notizie rese note dall’ Osservatorio di ConfrontaConti.it, coloro che scelgono conti correnti online, rispetto a quanto si potrebbe immaginare, sono utenti di età ricompresa tra i 41 e i 55 anni, e rappresentano il 54,4% della percentuale di coloro che scelgono un conto online, mentre coloro di età superiore ai 55 anni rappresentano la percentuale del 45,8% di coloro che scelgono un conto online.

La scelta del conto corrente, come di qualsiasi altro prodotto finanziario, dipende anche dalla banca che si vuol scegliere e la sua solidità. Tra le banche più solide attualmente in Italia spiccano Bper, Mps, Creval, Mediolanum e Credem ai primi cinque posti della classifica. Settimo e ottavo posto, rispettivamente, per Intesa Sanpaolo e Unicredit.

E conti deposito

Continuano ad essere sempre tante e diverse le offerte di conto deposito che continua ad essere lo strumento di investimento privilegiato dagli italiani perché in grado di assicurare certezze e, stando a quanto riportano le ultime notizie, con l'aumento del differenziale tra btp italiano e bund tedesco, dovrebbe verificarsi un ulteriore aumento delle offerte di conti deposito per il mese di settembre. e di fine agosto. Una occasione da cogliere al volo. Non si dovrebbero rivedere tassi al 3%, ma certamente superiori a quelli attuali, magari con un ritorno al 2% come in alcune offerte.

Tra le migliori offerte di conto deposito attualmente disponibili spiccano quella di Conto Deposito BIT di Igea Banca, conto deposito vincolato che non prevede alcuna spesa di apertura, chiusura conto ed estinzione anticipata, né di imposta di bollo che è a carico della banca, con un tasso lordo del 2% e che richiede un deposito minimo di 1.000 euro all’apertura; e quella di Conto Esagon di Credito Fondiario, anch’esso a zero spese di apertura e di chiusura e con l’imposta di bollo a carico della banca, con un tasso lordo corrisposto 2% e che prevede versamento iniziale a scelta. Questo conto, però, a differenza del precedente citato non prevede la possibilità di estinzione anticipata.